Cerca di fuggire col bottino aggredendo un passante: fermato dai Carabinieri

Avrebbe prima svaligiato un’abitazione di Sternatia per poi cercare di fuggire col bottino, aggredendo anche un passante che l’aveva notato. Più avanti è stato identificato e denunciato dai Carabinieri di Maglie.

Avrebbe “ripulito” un appartamento di vari gioielli e preziosi per poi tentare di fuggire via col bottino, facendola franca. E invece no. L’occhio vigile di un passante, putacaso parente della vittima dell’atto predatorio, ha permesso di scongiurare la perdita di materiale dal valore di circa duemila euro. Succede anche questo durante la Vigilia di Natale. Fortuna, però, che così come il mondo dell’informazione, nemmeno quello riguardante le forze dell’ordine vada in vacanza. I crimini, del resto, non conoscono ferie. Semmai è proprio approfittando dei giorni festivi che i soliti malviventi salentini tentino il “colpaccio”. Questa ennesima storia che vede salire ai fasti della cronaca una rapina impropria – peraltro l’accusa sorretta dalle indagini dei Carabinieri – vede protagonista un ragazzino di appena 16 anni.
 
Procediamo con ordine nel racconto dei fatti. Nel pomeriggio di ieri, costui si è introdotto dentro un’abitazione di Sternatia. E, una volta giunto sul luogo interessato, via con la furtiva azione. Uscendo di casa, però, qualcuno lo nota, cercando anche di bloccarne gli intenti. Ciò, purtroppo, non sarebbe bastato, considerando anche la reazione del baby presunto ladro. Calci, pugni. Insomma, botte a colui che stava cercando in tutti i modi di fermarlo per poi scappare tra le viuzze del Comune appartenente alla Grecìa Salentina.
 
Tempo di avvisare i militari magliesi che costoro – guidati dal Tenente Rolando Giusti – ci hanno messo poco per rintracciare il giovane. Dopodiché, una volta portato in Caserma e identificato, è scattata la denuncia non appena informata la Procura dei minori. E ogni oggetto illecitamente sottratto, restituito alla legittima proprietaria.



In questo articolo: