Controlli nuovi, reati sempre gli stessi. Violazioni, alcool e droga

Continuano i controlli nel weekend nell’ambito dell’operazione estate sicura e i numeri non mancano: 27 denunce in stato di libertà per reati vari, oltre 100 violazioni contestate, 9 patenti per guida ritirate in stato di ebbrezza alcolica e per uso di sostanze stupefacenti.

Il dispiegamento di forze è stato importante: 25 carabinieri e 10 automezzi, coordinati dal Comandante della Compagnia di Gallipoli, il Cap. Michele Maselli, sono scesi in campo, nel weekend appena trascorso, per controllare il loro territorio di competenza. Dalla Città Bella a Galatina, da Nardò a Copertino, da Alezio ad Aradeo, tanti i comuni finiti sotto i riflettori delle forze dell’ordine impegnati in un servizio coordinato a largo raggio nell’ambito dell’operazione “estate sicura” che torna puntualmente ogni anno con l’avvicinarsi della bella stagione. I turisti, sempre più numerosi, i salentini che con il caldo riscoprono il piacere di trascorrere una nottata fuori all’insegna del divertimento necessitano di ‘sicurezza’. Anche i militari in abiti civili si sono confusi con la gente che nel fine settimana ha affollato il litorale della perla dello Ionio e i locali più in e alla moda.
 
I risultati non sono mancati. Quattro persone  sono state deferite in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Un 17enne di Sannicola, ad esempio, è stato notato mentre stava cedendo delle dosi di marijuana ad alcuni coetanei  e per questo è finito nei guai. Stessa sorte è toccata ad un 20enne neretino trovato con oltre dieci dosi di marijuana, per complessivi 12 grammi.  Ad Aradeo, i carabinieri hanno visto su un balcone due floride piante di marijuana ancora nei vasi. La proprietaria dell’abitazione, una donna di 48anni, è stata denunciata per produzione di sostanze stupefacenti. Infine, ad un 30enne gallipolino sono state rinvenute tre dosi di cocaina e 17 pasticche di dubbia provenienza.
 
Voltando pagina, a Nardò i militari dell’arma locale hanno deferito in stato di libertà tre persone, ritenute gli autori di due diversi furti ai danni di altrettanti supermercati della cittadina. In entrambi i casi, le persone che avevano appena rubato alcuni generi alimentari sono state fermate all’uscita dall’allarme. Il valore delle merci rubate, e immediatamente riconsegnate, è stato di poco inferiore ai 40 euro.

A Gallipoli, i carabinieri sono stati chiamati ad intervenire in un bar dove poco prima era appena avvenuto un furto di un paio di occhiali da sole. Nei filmati delle telecamere di videosorveglianza che avevano impresso la scena i militari sono riusciti a riconoscere la ladra una signora di mezz’età di Gallipoli. Immediatamente rintracciata, la donna dopo aver ammesso di aver sottratto gli occhiali ha restituito il maltolto. A Galatina i militari della locale stazione hanno denunciato un minorenne di Lugo, per frode informatica e utilizzo indebito di carta di credito. Il ragazzino era riuscito a clonare la carta di un anziano signore di Galatina che si è immediatamente accorto di alcuni prelievi, complessivamente superiori ai 600 euro e ha avvisato i carabinieri. Deferimento in stato di libertà a Copertino per un senegalese trovato con oltre 30 paia di scarpe con marchi contraffatte che era in procinto di mettere in vendita. Quattro persone sono state poi denunciate per ricettazione.

Durante i controlli del territorio, ad Alezio due persone sono state fermate con un’autovettura risultata rubata il mese scorso a Lecce. I ‘furbetti, titolari di un autonoleggio, avevano posto alla macchina una targa prova sperando di superare i controlli, ma invano.

Un tunisino di 28 anni, a Nardò, all’atto del controllo è sembrato molto sospetto. Gli accertamenti svolti hanno permesso di scoprire im motivo di tanto nervosismo: era in possesso di uno smartphone rubato oltre quattro mesi fa. Ad Alezio, invece, un gallipolino 32enne, fermato e trovato con un vistoso sistema audio è stato denunciato perché quel sistema era risultato rubato alcuni giorni addietro da un noto locale di Alezio.

Infine, un uomo è stato deferito in stato di libertà per abuso edilizio. Durante il controllo del territorio la pattuglia di Nardò, nel passare tra alcune campagne, vedeva un prefabbricato, pochi giorni prima non presente, costruito su un terreno non edificabile. Il proprietario è stato denunciato alla Procura della Repubblica e l’edificio posto sotto sequestro.
 
Due persone, infine, durante i controlli sono state trovate con addosso alcuni coltelli, ma non sono riusciti a dare una spiegazione valida del perché andassero in giro con quell’oggetto pericoloso. In un caso, peraltro, si trattava di vere e proprie mannaie con lame lunghe oltre 30 cm.
 
Come al solito, molti automobilisti si sono fatti beccare al volante un po’ alticci. La guida in stato di ebbrezza è uno dei reati più frequenti, soprattutto nel weekend. Per sette è scattato il deferimento in stato di libertà per l’alto tasso alcolemico presente nel sangue, superiore alla soglia minima di 0,80 g/l. In un caso si sono raggiunti 2.80 g/l quindi al livello di un coma etilico. Nove le patenti ritirate, 100 le contravvenzioni al codice della strada elevate, per violazioni che vanno dalla guida senza cinture di sicurezza all’uso del telefono cellulare alla guida. Circa 250 i punti tolti alle patenti dei malcapitati guidatori. Numerose peraltro le violazioni per assenza di copertura assicurativa e revisione periodica. In tutto sette i mezzi sequestrati per questi ultimi motivi. Numerose le persone trovate prive di patente perché mai conseguita. Nel corso dei controlli, infatti, ben tre persone erano prive dell’apposito certificato di guida.
Tredici i segnalati alla prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti. Si tratta perlopiù di  ragazzi, molti dei quali minorenni, trovati in possesso di sostanze stupefacenti, soprattutto hashish. L’operazione estate sicura 2015 continuerà per tutta la durata della stagione.



In questo articolo: