Brucia le sterpaglie e le fiamme distruggono 40 ettari di vegetazione ad Alimini, fermata una persona

L’uomo stava bruciando materiale vegetale dovuto alla potatura degli alberi di ulivo. Ha lasciato incustodito il fuoco che, a causa della brezza, si è propagato.

Ci sono volute molte ore e tanto, tantissimo lavoro da parte dei Vigili del Fuoco del Comado provinciale di Lecce per domare le fiamme che nel pomeriggio di ieri hanno distrutto circa 40 ettari di vegetazione presso il Lago Piccolo di Alimini.

Fortunatamente i Caschi Rossi, se pur tra mille difficoltà, dovute sia alle numerose dimensioni del rogo e alle condizioni meteo, quell’incendio sono riusciti a domarlo, facendo sì che le lingue di fuoco non interessassero abitazioni o altre strutture.

A qualche ora di distanza, però, giunge la notizia che il presunto responsabile di questo disastro sia stato individuato.

I Carabinieri Forestali di Otranto, infatti, supportati dai colleghi della Stazione locale, sono intervenuti in Località Fontanelle, in agro del comune di Otranto, nel pomeriggio di ieri, dove hanno sorpreso un uomo intento a bruciare sul proprio terreno, un cumulo di materiale vegetale dovuto alla potatura degli alberi di ulivo, lasciando colpevolmente incustodito il fuoco che, a causa della brezza proveniente da sud, si è espanso interessando il canneto adiacente il lago “Alimini Piccolo”.

L’incendio, ripetiamo, è stato circoscritto e dopo diverse ore si sono concluse le operazioni di spegnimento e bonifica.



In questo articolo: