In auto con sei panetti di hashish e un coltello a serramanico. Arrestati due leccesi dai Carabinieri di Brindisi

Dopo un breve inseguimento i militari della città brindisina hanno fermato una Fiat Punto e, dopo un controllo, hanno trovato la sostanza stupefacente e l’arma. In manette i due conducenti di Lecce e Campi Salentina

Giornata impegnativa quella che hanno trascorso ieri i militari del  Comando Provinciale dei Carabinieri di Brindisi che, anche alla luce di recenti episodi che hanno riguardato alcune zone a sud della provincia, stanno proseguendo nell’esecuzione di una serie di servizi straordinari di controllo del territorio che insiste, in particolar modo, sul comune di Torchiarolo e sulle aree limitrofe.

Con il supporto anche di unità di rinforzo dell’11° Battaglione Carabinieri “Puglia” di stanza a Bari, nella giornata di ieri sono state controllate  tre sale giochi; denunciata in stato di libertà una persona trovata in possesso di armi improprie di genere proibito; controllati 52 veicoli e 84 persone; elevate 32 contravvenzioni al Codice della Strada.

Inoltre, una pattuglia  del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brindisi, lungo la Strada Statale 613, dopo un breve inseguimento, ha fermato una Fiat Punto che procedeva a forte velocità in direzione sud. Una volta riusciti a interrompere la corsa del mezzo, i Carabinieri brindisini hanno effettuato un attento controllo a seguito del quale hanno rinvenuto, occultati sotto un sedile, sei  “panetti” di hashish per un peso complessivo di  tre kg., oltre a un coltello a serramanico. Sia la sostanza stupefacente che l’arma sono state sottoposte a sequestro.

Gli occupanti del veicolo, Giovanni Manzari, 54enne di Lecce, e Denis Ahmetovic 20enne di Campi Salentina, sono stati tratti in arresto e condotti presso il carcere di Brindisi.

Entrambi dovranno rispondere di trasporto di sostanze stupefacenti e porto abusivo di oggetti atti ad offendere.



In questo articolo: