Scontro frontale tra due auto, non ce l’ha fatta il 59enne di Collepasso. È morto dopo un intervento

Non ce l’ha fatta il 59enne di Collepasso. Era stato sottoposto ad un intervento chirurgico dopo l’incidente andato in scena sulla Soleto-Galatina che, inizialmente non era apparso grave.

Non ce l’ha fatta Roberto Castrignanò, il 59enne di Collepasso trasportato all’Ospedale di Scorrano dopo il terribile incidente stradale, andato in scena sulla provinciale Soleto-Galatina, a pochi passi dall’impianto Colacem.

Un impatto terribile, ma le sue condizioni – in un primo momento – non erano apparse gravi. La corsa in “Veris Delli Ponti”, dove era arrivato in «codice giallo» e la decisione dei medici di sottoporlo ad un delicato intervento chirurgico, quando la situazione è precipitata, intorno a mezzanotte.

Poi il drammatico epilogo, alle prime luci dell’alba sembra per le “complicanze” subentrate dopo l’operazione a cui il 59enne era stato sottoposto.

Lo scontro

Le lancette dell’orologio avevano da poco segnato le 21.00, quando la Mini Cooper condotta dal 59enne si è scontrata con una Fiat Punto, in un punto – all’incrocio tra viale Gubbio e via Guido rossa – considerato “pericoloso”. Al volante un 30enne che ha riportato ferite lievi tanto che, anche lui, è stato accompagnato al Pronto Soccorso a bordo di un’ambulanza per le cure del caso.

Sul posto si erano precipitati gli uomini del commissariato di Galatina che, dopo aver effettuato tutti i rilievi del caso utili a ricostruire la dinamica del sinistro, hanno avviato le indagini per fare luce sull’accaduto. Ora sulla vicenda si sono accesi anche i riflettori della procura. C’è una inchiesta, infatti, condotta dal Pubblico Ministero, Luigi Mastroniani.

I mezzi coinvolti nell’incidente sono stati sequestrati.



In questo articolo: