Ladro in stato confusionale. Dà una testata al poliziotto e finisce ai domiciliari

Un 26enne di Scorrano è¨ stato arrestato ai domiciliari nella serata di ieri dagli agenti di Polizia del commissariato di Taurisano con l’accusa di resistenza, lesioni aggravate e violazione di domicilio.

Forse credeva di essere perseguitato, o probabilmente voleva rubare nella casa di un suo concittadino. Le intenzioni di Emanuele Tamborrino, 26enne originario di Scorrano, non sono ancora chiare. Quel che di certo c’è, è lo stato confusionale in cui lo hanno trovato ieri sera gli agenti di Polizia del commissariato di Taurisano, coordinati dal Vice Questore aggiunto Federico Salvatore, tanto da rendere necessario l’intervento del 118.
 
Il giovane, si era introdotto furtivamente all’interno di un’abitazione, ma sorpreso dal proprietario, ha cercato di fuggire a bordo dell’auto intestata al proprietario stesso.
 
I poliziotti – giunti sul posto a seguito della segnalazione di un residente che aveva notato strani movimenti – hanno tentato di far scendere il 26enne dalla vettura. Ma il giovane ha continuato a rifiutarsi, opponendosi agli agenti a suon di calci e pugni. In preda ad uno stato di agitazione massimo – pensava di essere seguito da qualcuno con cattive intenzioni – Tamborrino ha addirittura aggredito un poliziotto con una testata.
 
Dopo aver ripreso lucidità – solo una volta giunto presso gli uffici del locale Commissariato- il giovane è stato condotto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, con l’accusa di resistenza, lesioni aggravate e violazione di domicilio.