Le scippano la borsa e la feriscono con un taglio all’avambraccio. Aggressione a Lecce in pieno centro

All’intersezione tra le vie Monte San Michele e Cesare Battisti, nel centro di Lecce, una donna di 48 anni è stata aggredita da due motociclisti di ‘pelle scura’ in sella ad uno scooter. Il bottino dello scippo è stato pari a poche decine di euro.

Si alza l’asticella della violenza in città. Questa volta a farne le spese una signora di 48 anni, A. P., queste le iniziali del suo nome e del suo cognome, che nel pomeriggio di oggi si stava recando in Chiesa per assistere alla messa come sono solite fare tante persone nel periodo estivo quando scelgono di seguire la funzione pomeridiana dopo una mattinata passata in famiglia, magari fuori città.

Quando era in prossimità della sua parrocchia infatti, quella di S. Antonio a Fulgenzio, poco prima del tratto di strada in cui Via Monte San Michele interseca Via Cesare Battisti, è stata letteralmente assalita da due soggetti a bordo di uno scooter che l’hanno aggredita per strapparle la borsa.

Si erano ben preparati i due rapinatori che si aspettavano l’opposizione della malcapitata. Infatti colui che si trovava dietro il guidatore del ciclomotore, ha tirato subito fuori una forbice – o un altro oggetto con lama -per recidere i manici della borsetta al fine di strapparla e portarla via con sè. La colluttazione, però, è stata evidentemente più forte e sostenuta del previsto ed il taglierino o le forbici che dovevano esser utilizzate per il taglio della pelle di cui erano fatti i manici della borsa, alla fine hanno ferito all’avambraccio la signora che ha riportato un taglio abbastanza profondo guaribile in più di sette giorni.

Fatto sta che alla fine della colluttazione i due ladri sono non solo riusciti a prendere la borsetta, nella quale a quanto sembra da una prima ricostruzione c’erano solo pochissime decine di euro (quanto dovrebbe mai portare con sé una persona che si sta recando in chiesa di domenica pomeriggio?) ma hanno fatto perdere le proprie tracce, dileguandosi.

Giunta nei pressi del cinema dell’Antoniano, nella via perpendicolare alla chiesa di S. Antonio a Fulgenzio, conosciuta a Lecce anche come ‘chiesa dei monaci’, la signora ha chiesto aiuto e immediatamente sono giunti sia una pattuglia della polizia di stato che un ambulanza del 118 che ha trasportato la ferita all’Ospedale Vito Fazzi di Lecce.

Evidentemente ancora sotto choc la signora è riuscita a raccontare solo pochi dettagli tra i quali quello che i due aggressori erano di pelle scura, molto probabilmente di colore. In attesa di analizzare le telecamere degli esercizi commerciai presenti nelle vicinanze del luogo in cui si è verificata l’aggressione, la Polizia sta raccogliendo altre testimonianze per provare a fare chiarezza e risalire ai rapinatori.



In questo articolo: