Lui la ama, lei non lo ricambia. Leccese tenta il suicidio

Ha preso l’auto per raggiungere il ponte della tangenziale nei pressi dell’uscita stadio. È lì che un uomo leccese ha tentato di togliersi la vita. Salvato in extremis dalla polizia. All’origine del gesto un amore non ricambiato per una giovane ragazza bulgara.

Ha preso l’auto poi ha raggiunto il ponte della tangenziale, nei pressi dello stadio, deciso a togliersi la vita. È lì che un leccese era deciso a farla finita tanto da provare addirittura a gettarsi di sotto. Fortunatamente, alcuni passanti si sono accorti delle intenzioni disperate dell’uomo e sono riusciti in qualche modo a farlo desistere dall’intento, giusto il tempo per permettere ad una volante di raggiungere il luogo indicato. È stato solo grazie al tatto degli agenti che l’epilogo non è stato diverso: giunti in men che non si dica insieme ai sanitari del 118, i poliziotti sono riusciti ad evitare il peggio, salvando l’uomo in extremis.  

All’origine del gesto estremo pare ci sia un amore non ricambiato verso una ragazza bulgara di 23 anni, conosciuta su internet e contattata per svolgere alcuni lavori domestici. Ma le intenzioni del leccese andavano ben oltre il semplice rapporto professionale: i sentimenti che nutriva erano di natura ‘diversa’. Una passione però che la giovane non ha mai condiviso: sarebbero stati, infatti, i suoi ‘rifiuti’ a spingerlo a compiere il gesto estremo. L’ultimo diniego ieri sera, dopo che i due avevano preso una birra insieme nei pressi del B&B dove la ragazza risiede.  Di fronte all’ennesimo approccio respinto l’uomo ha deciso di farla finita.

Il leccese, al momento, si trova ricoverato all’ospedale Vito Fazzi di Lecce.