Marijuana ‘fai da te’, deferiti coltivatori incalliti

I carabinieri della stazione di Tricase hanno scoperto 4 persone che coltivavano piantine di marijuana. Ieri i carabinieri della Stazione di Campi hanno beccato un 62enne del posto.

Intense le attività di controllo antidroga e sono stati in tanti i “coltivatori diretti” di sostanza stupefacente, che i militari hanno provveduto a denunciare.

Dall’alba di questa mattina i militari della Compagnia Carabinieri di Tricase stanno svolgendo una serie di perquisizioni domiciliari per reprimere il fenomeno della coltivazione di marijuana da parte di soggetti, anche incensurati.

Nella maglie dei controlli sono finiti così: S.S., 42enne di Salve poiché trovato possesso di gr. 13 di sostanza stupefacente tipo “marijuana”, di 2 piante aventi l’ altezza di circa 175 cm e 2 bilancini di precisione;   V.M. 54enne di Patù trovato possesso di gr. 4 di  haschish, gr. 5 di marijuana e 3  piante della stessa sostanza.

Inoltre, durante la perlustrazione nelle campagne di Castro i militari operanti hanno trovato 5 piante di marijuana e uno zainetto contenente 1 bilancino di precisione nascosti tra la vegetazione.
Durante l’esecuzione di alcuni posti di controllo sono stati fermati M. P. di 30 anni e T. V., di 33 anni, entrambi di Poggiardo: questi, alla vista dei militari, si sono dati alla fuga gettando dal finestrino della propria autovettura un involucro, poi recuperato dai carabinieri e contenente circa gr. 6 di cocaina.

Tutti e quattro i soggetti sono stati deferiti in stato di libertà per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio, mentre i due trentenni risponderanno anche di coltivazione e produzione di marijuana.

Nella giornata di ieri, poi, i carabinieri della Stazione di Campi hanno proceduto al deferimento in stato di libertà per il reato di coltivazione di sostanze stupefacenti un cittadino di Campi di 62 anni. In un campo di sua proprietà i militari hanno trovato due alte piante di marijuana, ben occultate nel resto della vegetazione. Il campo si trova all'interno del centro abitato. Ora le analisi di laboratorio permetteranno di appurare la quantità di principio attivo presente all'interno delle piante e quindi la gravità della condotta dell’uomo.



In questo articolo: