Sorpreso alla guida senza patente nel centro di Torchiarolo. Denunciato Montenegrino residente a Lecce

Il 21enne è recidivo perchè gli era stata comminata una contravvenzione per la stessa violazione nel gennaio 2018. In questo caso l’infrazione riveste carattere penale in quanto è stato accertato un comportamento recidivo nel biennio.

Circolava alla guida della sua autovettura senza patente nel centro abitato, quando, sfortuna ha voluto che fosse fermato dai militari dell’Arma e da lì sono partiti i problemi.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brindisi, a conclusione di una serie di accertamenti, hanno deferito in stato di libertà per “reiterazione nella guida senza patente” un  21enne di origini montenegrine residente a Lecce già destinatario di una contravvenzione per la stessa violazione nel gennaio  scorso.

L’uomo è stato nuovamente sorpreso nel centro abitato di Torchiarolo alla guida di una macchina, modello “Nissan Note”, senza la patente di guida poiché mai conseguita.

Nell’ipotesi appena descritta la guida senza patente (la cui violazione costituisce un illecito depenalizzato), assume carattere penale, configurandosi quale autonoma fattispecie di reato alla quale si applica la pena dell’arresto sino ad un anno.

È una delle due ipotesi previste dall’articolo 116 del Codice della Strada che riveste carattere penale restando esclusa dalla depenalizzazione, poiché è stato accertato un comportamento recidivo nel biennio.

In tutte le ipotesi che assumono carattere penale per la reiterazione dell’illecito depenalizzato, in luogo del fermo amministrativo del veicolo trova applicazione la sanzione accessoria della confisca. La seconda ipotesi dell’art.116 che riveste carattere penale concerne la guida senza patente o con patente negata, sospesa o revocata a persona sottoposta con provvedimento definitivo a misura di prevenzione.



In questo articolo: