Morde il dito del fratello fino a staccargli la falange. Sarebbe accaduto a Copertino

La violenta lite scoppiata tra due fratelli per futili motivi sarebbe degenerata a tal punto che uno dei due, il più anziano, ha staccato a morsi la falange del dito medio all’altro. 45enne finisce al Fazzi dove verrà sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

Da Caino e Abele in poi la storia, purtroppo, è costellata di litigi tra membri della stessa famiglia, non a caso ‘fratelli’ fa spesso rima con ‘coltelli’. Ma un conto è discutere anche per un nonnulla, che può essere normale o addirittura costruttivo se da ambo le parti c’è la voglia di superare i dissidi, un altro è se dalle parole si passa ai fatti, ben più gravi di qualche frase pesante detta in un momento d’ira. Insomma, i battibecchi capitano anche nelle migliori famiglie, ma quando ‘degenerano’ la storia è diversa, molto diversa.
 
Come nella lite scoppiata ieri a Copertino e finita al Pronto Soccorso nel nosocomio della città del Santo dei voli, dove un 45enne del posto si sarebbe presentato senza la falange del dito medio. A staccargliela, stando ad una prima ricostruzione di quanto accaduto, sarebbe stato il fratello più grande, peraltro un medico molto noto in paese, con un morso, un morso talmente violento da provocargli una simile ferita all’arto superiore.
 
All’origine dell’episodio che desta quasi incredulità un diverbio scoppiato pare per futili motivi. I due, infatti, avrebbero iniziato a discutere sempre più animatamente quando, ad un certo punto, la situazione è improvvisamente degenerata fino all’insolito epilogo.  L’uomo è stato medicato dai medici e poi ricoverato al ‘Vito Fazzi’ di Lecce, dove dovrà sottoporsi, vista l’entità del danno subito, ad un delicato intervento chirurgico.
 
Dei fatti sono stati informati anche i Carabinieri della stazione locale a cui toccherà, insieme ai colleghi di Gallipoli, il compito di far luce sulla vicenda e tentare di capire quali possano essere i motivi che hanno fatto scoppiare il violento litigio conclusosi poi con la corsa in ospedale. Non è escluso che possano essere ascoltati i protagonisti di questa storia, per avere in mano le due versioni dei fatti. 



In questo articolo: