Multa e sospensione ad un locale gallipolino, stretta sul lavoro nero nella movida

I controlli hanno visto impiegati oltre 30 uomini, tra militari della Compagnia di Gallipoli e militari del Nil di Lecce. Dopo i controlli del weekend, sono al vaglio del Nil di Lecce, le posizioni di oltre 60 lavoratori per i quali bisognerà capire se sono in regola.

Stretta dei militari della Compagnia di Gallipoli sulla movida estiva e il lavoro sommerso che in collaborazione con il personale del Nucleo dei Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Lecce hanno, nel weekend appena trascorso, effettuato un servizio a largo raggio per contrastare il fenomeno del “lavoro nero”. Operazione fatta soprattutto nei confronti dei locali e delle discoteche della giurisdizione che, con l’arrivo della stagione estiva, spesso assumono personale completamente in nero, senza le minime garanzie sia contributive che previdenziali, oltre che ovviamente, con carenze in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Anche questo tipo di servizio rientra nell’ambito dell’operazione estate sicura 2015, ormai avviata da qualche settimana e che vede impegnati i militari della Compagnia gallipolina in tutti gli aspetti illeciti che riguardano il periodo estivo. D’estate, infatti, vi è sempre più spesso l’impiego, da parte dei locali che allietano la vita notturna della città bella, di personale “assunto” solo per le serate di richiamo (weekend o particolari eventi) ma completamente in nero. In tutto sono stati controllati 5 locali ed in uno di questi, un noto locale sito in Corso Roma, sono stati trovati ben 7 lavoratori completamente in nero.

Immediatamente sono scattate le sanzioni previste dalla normativa in materia che ammontano, in totale, ad oltre 30mila euro. Non solo: poiché il numero dei lavoratori in nero era percentualmente superiore al 20% dei lavoratori totali, per il locale è scattata anche la sanzione accessoria della sospensione dell’attività imprenditoriale, con conseguente ulteriore sanzione pari a 1950 euro oltre all’assunzione dei lavoratori.

I controlli hanno visto impiegati oltre 30 uomini, tra militari della Compagnia di Gallipoli e militari del Nil di Lecce. Attualmente, dopo i controlli del weekend, sono al vaglio del Nil di Lecce, le posizioni di oltre 60 lavoratori per i quali bisognerà capire se sono in regola.
 



In questo articolo: