Novoli, provano a immobilizzarlo ma lui reagisce: rapinatori messi in fuga

Un farmacista di Novoli reagisce al tentativo di rapina da parte di due individui. Ne nasce una colluttazione e la vittima viene ferita al labbro. Alla fine i malviventi vengono messi in fuga. Indagano i Carabinieri di Campi Salentina.

Aveva parcheggiato la sua auto all’interno del garage, tranquillamente. Poi, l’agguato. Una coppia di rapinatori lo stava aspettando davanti al portone di casa. Il motivo? Non appare tanto difficile intuirlo. Immobilizzare la vittima e, successivamente, accedere dentro l’abitazione per svaligiare quanta più refurtiva possibile. Ennesimo episodio di natura predatoria avvenuto ieri verso le 22.00 a Novoli, a danno di un farmacista comproprietario di una rivendita che opera a Squinzano.

Qualcosa, per loro, non è andata secondo i piani preventivati. Sorprendente la reazione del malcapitato, accortosi subito che in realtà, quella brandita dai malintenzionati, non fosse una vera pistola, bensì un arma giocattolo. Entrambi avevano il volto travisato. Hanno tentato di placcare l’uomo con delle fascette in plastica. Lui però non ci sta. Reagisce ai due malviventi. Ne nasce una violenta colluttazione che provoca al professionista una lieve ferita al labbro, poi giudicata guaribile in circa dieci giorni.

Allora la coppia di rapinatori, notando l’animata resistenza, decide di darsi alla fuga, pretendo che venisse consegnato loro il portafogli. Dentro c’erano, oltre alla tessera bancomat, anche altri documenti, ma non denaro. Sul posto, per i rilievi del caso, sono subito sopraggiunti i carabinieri della compagnia di Campi Salentina, allertati dal ragazzo. Adesso, per facilitare le indagini che possano individuare i balordi, i militari visioneranno le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza. Magari alcuni fotogrammi potrebbero aver immortalato qualche sequenza relativa alla rapina. Dei fatti che, senza dubbio, rievocano brutti ricordi. Non è trascorso molto e tempo, del resto, dalla rapina messa a segno nel Comune di Galatone. Nell’occasione, un anziano 86enne venne picchiato per una cifra di 400 euro. 



In questo articolo: