Paura sulla circonvallazione, scontro tra due auto. Ferite tre donne

​La dinamica dell’incidente è molto complessa. Pare, infatti, che le due auto siano entrate in collisione tra di loro e l’impatto sia stato violento, tanto che una delle due vetture si è rivoltata sull’asfalto. Solo escoriazioni per le tre donne che erano negli abitacoli.

Una giornata caldissima, una giornata in cui si fa fatica a respirare, una giornata in cui, oltre al caldo asfissiante che continua ad imperversare in queste ore nelle città di tutta Italia, lo scirocco rende l’aria ancora più insopportabile. Alle temperature africane che stanno imperversando anche il Salento, nel primo pomeriggio di oggi, si è aggiunta una temperatura rovente sull’asfalto e le strade salentine sono tornate ad essere protagoniste di pericolosi e paurosi incidenti.

È stato, infatti, uno scontro terribile quello che è avvenuto intorno alle 14 sulla circonvallazione di Veglie. Una strada, tra le altre cose, già ampiamente conosciuta per altri sinistri avvenuti nel recentissimo passato. Questa volta lo scontro è avvenuto all’altezza per Carmaino ed ha riguardato due vetture: una “Lancia Musa” ed una “Fiat 500”. I protagonisti dell’incidente sono tre persone, tutte e tre donne, che sono rimaste ferite, ma nessuno in maniera grave e, vista la dinamica dell’incidente, si può dire che è andata bene e che il sinistro avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi.

La dinamica dell’incidente è molto complessa ed articolata. Pare, infatti, che le due auto siano entrate in collisione tra di loro e l’impatto sia stato violento, tanto che una delle due vetture si è rivoltata sull’asfalto. Tra le tre donne che erano negli abitacoli, come detto fortunatamente nessuna di loro è in condizioni gravi in quanto tutte hanno riportato solo escoriazioni. Sul posto, sono intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri della stazione locale e quelli della Compagnia di Campi Salentina, oltre alle ambulanze del 118. Ora, la dinamica del sinistro, che come detto non è ancora chiarissima, è al vaglio dei militari.



In questo articolo: