Pesca 400 ricci di mare, 4mila euro di multa per pescatore sportivo

Trovato con 400 ricci di mare dalla Guardia Costiera di Otranto, quando il limite massimo consentito dalla legge è¨ di 50: sanzione di 4mila euro e sequestro a carico di un pescatore sportivo

È stato scoperto mentre svolgeva un’attività di pesca subacquea di ricci di mare. Il fatto è successo nella giornata di ieri quando, durante l’attività di pattugliamento del litorale, ad accorgersene sono stati gli uomini dell’Ufficio Locale Marittimo di San Cataldo, coordinati dal Comando dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto.

Atteso fino al momento della riemersione, al pescatore leccese sono state contestate violazioni sia sulla modalità di pesca che stava effettuando (con uso di bombola ed erogatore invece che in apnea, come previsto dalla legge) che sul quantitativo di ricci catturati: ben 400, quantitativo di molto eccedente il limite di 50 giornaliero stabilito dalla vigente normativa.

Immediatamente è scattato il sequestro amministrativo di tutta l’attrezzatura utilizzata, unitamente ad una sanzione amministrativa di 4.000 euro, mentre i ricci illecitamente pescati, ma ancora vivi, sono stati rigettati in mare.