Raid incendiario in una concessionaria, due individui bruciano un’auto

Si tratta di un incendio doloso e, al momento, sono in corso di svolgimento le indagini da parte dei carabinieri di Racale e Casarano per chiarire se l’incendio sia stato appiccato per ripicca o per estorsione.

Si tratta di un incendio doloso e, su questo, non c’è alcun dubbio. L’unico interrogativo resta sul movente del gesto e, al momento, sembrano esserci due piste percorribili: estorsione o vendetta per un affare andato male. Questo è almeno quanto ipotizzato dai Carabinieri che sono intervenuti nella notte nei pressi dell’area parcheggio di una concessionaria di auto a Racale dopo la segnalazione che parlava di una vettura incendiata.

Ad agire, vicino alla concessionaria di via Quarta, sono stati due uomini. L’intervento dei vigili del fuoco è stato richiesto dal alcuni residenti, allarmati dal forte odore di fumo, mezz’ora prima dell’una. Una volta sul posto i pompieri hanno domato le fiamme che avevano avvolto una “Nissan Coupe”. La certezza sulla dinamica dei fatti è data dalle immagini di videosorveglianza che hanno immortalato i due individui, col volto coperto da una felpa, scavalcare il muro e, dopo aver cosparso di benzina l’auto, innescare la scintilla, forse con un accendino, per poi appiccare il fuoco e sparire.

Dell’episodio sono stati informati i militari della stazione locale, intervenuti insieme ai colleghi del Nucleo radiomobile della compagnia di Casarano, diretti dal tenente Roberto Mitola. Le tracce di liquido hanno subito insospettito gli investigatori, che, come detto, hanno avuto conferma che si trattasse di un attentato dalla visione dei video delle telecamere di sorveglianza.

Sono in corso di svolgimento le indagini per capire i motivi dell’attentato incendiario. Il caso è stato preso in mano dai militari della stazione locale, intervenuti sul posto, insieme ai colleghi del Nucleo radiomobile della compagnia di Casarano. Come detto in apertura c’è da chiarire se l’incendio sia stato appiccato per ripicca o per estorsione.



In questo articolo: