Sorpresi, fuggono col bancomat legato all’auto. La polizia li insegue ma fora una gomma

Colpo sfumato, o quasi sfumato, ai danni della Banca Unicredit di viale Calasso. Scoperti dalla polizia in tre hanno prima tentato la fuga trascinando il bancomat legato all’auto. Poi hanno fatto perdere le loro tracce liberandosi del bottino.

Un piano molto probabilmente studiato nei minimi particolari quello architettato da alcuni malviventi ai danni della Banca Unicredit e sfumato soltanto per una banale casualità. Già, perché di sicuro nel loro ‘programma’ i malfattori non avevano certo messo in conto di incrociare la strada di una volante della polizia che, per puro caso, passando per viale Calasso non ha potuto fare a meno di notare, all’altezza di via Carluccio, un’autovettura di colore scuro, probabilmente un’Audi, ferma al centro della strada con due persone intente ad armeggiare nei pressi dell’istituto di credito.  L’orario poi, circa le 3.15 della notte, ha solamente aumentato i sospetti.

Così per vederci più chiaro e fugare qualsiasi dubbio, i poliziotti hanno deciso di fare inversione di marcia e recarsi in Via Carluccio. A i ruoli si sono invertiti. Notata la volante, i due individui, vistisi scoperti, sono entrati nell’auto alla cui guida vi era un terzo complice e si sono dati alla fuga in direzione cimitero.  

Ne è nato un folle inseguimento per le strade del capoluogo salentino durante il quale la volante è stata addirittura costretta ad evitare un paletto di ferro messo di traverso dai malviventi sul manto stradale ed alcuni frammenti di ferro e lamiera che erano a terra a causa della “spaccata” causata sempre dai malviventi.

Di più dalla parte posteriore della macchina in fuga uscivano delle scintille causate probabilmente dal trascinamento del bancomat legato dietro l’auto, tanto che gli stessi malfattori durante la prima curva sono stati costretti a tagliare la corda che “assicurava” il bancomat per assicurarsi così una fuga più semplice. Appena abbondonato lo sportello automatico, infatti, la vettura dei fuggiaschi ha accelerato velocemente la marcia facendo perdere le tracce sulla superstrada Lecce-Brindisi.

Come se non bastasse, hanno sbattuto anche contro un segnale stradale verticale posto all’angolo del rondò di viale Porta d’Europa dove veniva abbandonato un frammento di bancomat con pezzo di fascia di sollevamento e successivamente lo stesso bancomat.

Liberatasi dal peso che trascinava, l’auto inseguita prendeva velocità, mentre la volante era costretta a fermarsi a causa della foratura di un pneumatico per effetto di alcuni pezzi di lamiera lanciati dall’auto in fuga. Il bancomat è stato recuperato.



In questo articolo: