Si introducono in un campo fotovoltaico per rubare cavi di rame. L’arrivo dei Carabinieri li fa desistere

I ladri sono fuggiti via facendo perdere le tracce. Il danno è in fase di quantificazione e l’impianto dotato di un sistema di videosorveglianza.

cavi-rame-rubati

Nella nottata appena trascorso a Sternatia, ignoti, dopo aver compiuto l’effrazione della rete metallica di un impianto fotovoltaico, sito in Contrada “Gesuini”, hanno tentato di asportare circa 500 metri di cavi di rame, che hanno tranciato in precedenza.

I malviventi, però, sono stati costretti a desistere dall’azione e fuggire via a mani vuote, visto che, mentre erano intenti a compiere l’azione, sono giunte una pattuglia dell’Arma della Stazione di Soleto e quella dell’istituto di vigilanza privata “Fidelpol”.

Il danno arrecato all’impianto è ancora in fase di quantificazione, ma è coperto da assicurazione.

Inoltre la struttura è dotata di un sistema di videosorveglianza e a un allarme collegato agli istituti di vigilanza.



In questo articolo: