Quando gli agenti trovano i fogli con i nomi dei clienti consegna spontaneamente la droga, 43enne ai domiciliari

867 grammi di hashish erano nascosti in una busta di cartone, per un peso complessivo lordo. 1.507 grammi di marijuana in una valigia

Sono stati i sospetti a spingere gli agenti della sezione volanti del Commissariato di Taurisano a bussare alla porta di un 43enne del posto. Il dubbio che le mura della sua abitazione ‘nascondessero’ qualcosa ha fatto scattare una perquisizione domiciliare, alla presenza dell’uomo. Le conferme sono arrivate quando i poliziotti hanno trovato nel garage 5 fogliettini di Block Notes, riposti in uno scaffale. I fogli contenevano nomi e cifre di presunti assuntori di sostanza stupefacente e quindi di presunti acquirenti.

Sentitosi presumibilmente alle strette, l’uomo ha consegnato spontaneamente, una busta in cartone con 9 involucri di forma rettangolare, confezionati con del nastro da imballaggio e con adesivo di colore verde, contenenti ognuno sostanza solida di colore marrone. Il Narcotest di laboratorio ha confermato fosse Hashish, per un peso complessivo lordo di 867 grammi.

Non solo, il 43enne ha ‘consegnato’ una valigia, nascosta in mezzo agli altri oggetti custoditi nello scaffale, contenente 27 buste in cellophane trasparente termosaldate all’estremità, contenenti ognuna sostanza erbacea di colore verde. Anche in questo caso, l’esame di laboratorio ha svelato fosse Marijuana, per un peso totale lordo di 1.507 grammi.

Per l’uomo è scattato l’arresto e, come disposto dal P.M. di turno, è finito ai domiciliari presso la propria abitazione.