Tentata estorsione ai danni di alcuni familiari, arrestato malvivente

Per l’ennesima volta, Vittorio Vedruccio, già noto alle forze dell’ordine, ha cercato di estorcere denaro ad alcuni familiari. Questa volta è¨ stato denunciato dalle vittime ed è¨ stato arrestato, in regime di arresti domiciliari

Lo scorso 15 luglio, in tarda serata, si era recato a casa di una coppia di suoi familiari, prossimi sposi, pretendo di ricevere cento euro che, a suo dire, gli sarebbero serviti per acquistare una cucina. Al rifiuto della coppia, l’uomo è letteralmente impazzito, danneggiando diversi mobili e minacciando tre suoi parenti di morte. Uno di loro è stato anche aggredito fisicamente.

Questo il motivo per cui, durante la nottata tra il 15 e il 16 luglio, i carabinieri della Stazione di Squinzano, hanno arrestato in flagranza di reato per tentata estorsione aggravata Vittorio Vedruccio, 37enne disoccupato, residente a Squinzano, ma nato a San Pietro Vernotico. L’uomo era già ampiamente noto alle forze dell’ordine. Quello vissuto la scorsa sera, in realtà, è soltanto l'ultimo di una serie di episodi analoghi subiti dai familiari. Continue, infatti, sembrano essere state, soprattutto negli ultimi giorni, le minacce e le estorsioni non denunciate. Nell'ultimo caso, esasperati, i prossimi congiunti hanno invocato aiuto chiamando il 112 e i carabinieri intervenuti hanno proceduto alla ricostruzione di quanto avvenuto negli ultimi mesi.

In una situazione simile a quella vissuta l'altra sera, anni fa, l’uomo fu arrestato per estorsione in flagranza nei confronti di altri familiari. Su disposizione del PM di turno dott. Carducci, Vedruccio, al termine delle operazioni di rito, è stato accompagnato presso il proprio domicilio, in cui risiede da solo, in regime di arresti domiciliari.