Trepuzzi, derubano imprenditore del posto minacciandolo col martello

Si sono presentati stamattina, di fronte alla sua attività commerciale, per derubarlo. Sotto minaccia, brandendo un martello in mano, si sono fatti consegnare il marsupio in suo possesso. Indagano i carabinieri.

Minacciosi, pericolosi, sfrontati. I malviventi sono così. Se ne fregano di chi sia la vittima che puntano ad aggredire, indipendentemente dal sesso o dalla condizione sociale. Il loro obiettivo è solo e soltanto uno: denaro contante. Rapine, furti, colpi ad attività commerciali. Un Salento che, passo dopo passo, sta arrotolandosi nella morsa di una crisi economica sempre più galoppante. E i risultati sfociano spesso in atti criminosi di natura predatoria. Ultimo in ordine di tempo, quello avvenuto stamattina a Trepuzzi, nei confronti di un imprenditore del posto.

L’uomo si trovata nei pressi della propria attività commerciale, specializzata nelle fornitura di materiale edile, quando all’improvviso hanno agito contro di lui due malintenzionati. Erano circa le 8.30, orario d’apertura dell’esercizio; i protagonisti in negativo della vicenda si sono così fatti consegnare il marsupio (contente con ogni probabilità anche il portafogli) sotto minaccia di un martello. Anzi, stando a primissime ricostruzioni l’avrebbero pure immobilizzato. Non prima, però, d’aver preso a martellate la sua auto, intimidendolo e costringendolo a dar loro quanto in suo possesso.

Appena finito tutto, ha immediatamente chiamato i carabinieri della stazione locale, sopraggiunti unitamente ai colleghi del Norm di Campi Salentina. Ora i militari stanno indagando per risalire subito ai responsabili del gesto, fuggiti a bordo di un mezzo.



In questo articolo: