Ubriaco si avventa sulla moglie davanti ai figli minori. Agli arresti 39enne neretino

Un uomo è stato sorpreso in flagrante mentre malmenava più volte la moglie, una volta persino con un’ascia in mano. Il tutto davanti ai figli minori, rispettivamente di 2 e 13 anni.

Una lite violenta, violentissima, che vede addirittura la minaccia del marito verso la moglie, con ascia alla mano. E per giunta davanti ai figli di 13 e 2 anni.
Nel pomeriggio di ieri un equipaggio della Squadra Volanti del Commissariato di Nardò si è recata presso un’abitazione per segnalazione di una lite.
 
Giunti sul posto, gli operatori hanno da subito sentito forti urla provenire dall’abitazione segnalata nella quale hanno fatto immediatamente ingresso. Qui gli agenti hanno constatato la presenza di un uomo che, in evidente stati di ebbrezza alcolica ed alla presenza dei figli minori, stava strattonando violentemente la moglie, urlandole di dargli immediatamente i soldi per comprare delle sigarette.
 
Già due giorni prima vi era stato un intervento degli uomini del Commissariato che, in quella occasione, avevano salvato la donna da un raptus di follia dell’uomo che la minacciava con un’accetta, di quelle usate per rompere la legna.
 
Cosicché gli operatori, dopo aver immobilizzato l’uomo, G. S. L., 39enne neretino, e tranquillizzato la donna ed i figli di 13 e 2 anni, lo hanno condotto presso gli Uffici del Commissariato dove, dopo aver raccolto una lunga denuncia e sentita l’Autorità giudiziaria, hanno proceduto al suo arresto.
 
L’uomo è finito in carcere  per maltrattamenti contro familiari e conviventi e per percosse.
 



In questo articolo: