Il centrodestra fa il pieno di voti e collegi in Puglia e nel Salento, ma il M5S resta il primo partito. Tutti gli eletti

La coalizione di centrodestra arriva al 42, 01%, doppiando il centrosinistra che, tutto insieme, rappresenta la terza forza politica regionale. Il M5S taglia il ragguardevole traguardo del 27,87%. Gli eletti

Anche in Puglia pieno di voti e collegi per il centrodestra che conferma la tendenza nazionale. La coalizione arriva al 42, 01%, doppiando il centrosinistra che, tutto insieme (21,81%), rappresenta la terza forza politica regionale dal momento che il M5S taglia il ragguardevole traguardo del 27,87% confermandosi il primo partito regionale.

Nel Salento la coalizione vincitrice conquista i due collegi della camera insieme a quello del Senato: Erio Congedo, Alessandro Colucci e Roberto Marti superano i loro competitor e raggiungono l’obiettivo. Spicca la sconfitta di entrambi gli assessori regionali schierati dal centrosinistra, sia il civico Leo che la piddina Maraschio. Eletti dai listini proporzionali anche Raffaele Fitto, Claudio Stefanazzi, Leonardo Donno, Toti Di Mattina, Mauro D’Attis, Andrea Caroppo e Tony Trevisi.

Il voto nel Salento

Nel Collegio Camerale numero 9 di Lecce Saverio Congedo (43,51%) del centrodestra batte l’assessore regionale alla Formazione Professionale Sebastiano Leo che si ferma al 25,46%. Mandoi del M5S raccoglie il 22,12%, mentre Maria Soave Alemanno per il Terzo Polo  di Calenda e Renzi si ferma al 4,79%.

Nel Collegio Camerale numero 10 Alessandro Colucci (45%) del centrodestra batte l’assessore regionale all’Ambiente Anna Grazia Maraschio che si ferma al 24,11%. Maria Zela del M5S raccoglie il 21,69%, mentre Maria Addolorata Fiore per il Terzo Polo (Calenda-Renzi) si ferma al 5,10%.

Nel collegio senatoriale Roberto Marti del centrodestra si attesta al 44,14% mentre il virologo PierLuigi Lopalco del centrosinistra raggiunge il 24,6. Tony Trevisi per il M5S si ferma al 21,95% e Alfredo Pagliaro del Terzo Polo al 5,21%

Il voto in Puglia

Movimento 5 Stelle: 27,87%

Centrodestra: 42,01

Fratelli d’Italia: 24,05%
Lega: 5,38%
Forza Italia: 11,32%
Noi per l’Italia: 0,76%

Centrosinistra: 21,77%

Pd: 16,30%
Alleanza Verdi Sinistra: 2,91%
Impegno Civico: 0,70%
+ Europa: 1,87%

Terzo Polo
Azione + Italia Viva: 4,75%

Unione Popolare (de Magistris): 1,12%

Italia Sovrana e Popolare: 1,08%

Paragone ItalExit: 1,46%



In questo articolo: