‘Il filobus? Un dovere morale farlo partire’. Parola del Sindaco

Rinviata la delibera sul regolamento delle videoriprese in Consiglio; accolta, invece, all’unanimità la proposta di intitolare lo Student Center a Christian Rogges.

Primo consiglio comunale del 2011.
​Numerosi i punti all'ordine del giorno in programma oggi a Palazzo Carafa. Inno nazionale, un minuto di silenzio in ricordo dell'alpino morto in Afghanistan e via ai lavori con la domanda di attualità, proposta dal Consigliere del Pdl Massimo Lanzilao, sulla Pet-Tac. Tale richiesta scaturisce dal no della Regione Puglia di sottoporre a convenzione l'unico apparato diagnostico esistente sul territorio leccese  presso la struttura Calabrese.
Il consigliere interpella il Sindaco chiedendogli se l'Amministrazione Comunale non ritenga opportuno intervenire per via istituzionale presso la Regione, affinchè la città e tutta la Provincia possano usufruire di un servizio di primaria importanza.  Alla lettera che il primo cittadino inviò il 9 aprile 2008 proprio alla Regione e all'allora Assessore alle Politiche della Salute Tedesco con la quale chiedeva loro l'acquisto e l'installazione del macchinario, non ricevette alcuna risposta. Oggi in Consiglio, Perrone, si è impegnato a scrivere nuovamente all'attuale Assessore alla Sanità Fiore.  Dopo che l'assise ha approvato il Programma Comunale degli interventi per il Diritto allo Studio  relativo all'anno 2011 e la richiesta di finanziamento alla Regione, in aula i toni si sono placati ed è affiorato il ricordo di Christian Rogges, stroncato da un infarto all'età di 25 anni, un giovane amante della politica, rappresentante degli studenti, in prima linea con i suoi ideali, principi e valori che lo contraddistinguevano. Maggioranza e opposizione hanno accolto all'unanimità la proposta della Giunta Comunale di intitolare a lui lo Student Center presso l' ex Officine Cantelmo. Commozione dei politici e soprattutto dei genitori presenti in aula. Approvata poco dopo dal Consiglio la delibera sul "Recupero del Teatro Apollo – Innalzamento della torre scenica", "anche se tale intervento – ha affermato Ciccia Mariano, consigliere di Io Sud – è del tutto antiestetico".  Ritirata, invece, con 30 voti a favore, la delibera sul "Regolamento per la disciplina delle Videoriprese e Trasmissione delle sedute del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari".

L'Assemblea di Palazzo Carafa ha deciso il rinvio alla Commissione competente, presieduta da Daniele Montinaro. Rinvio anche sull'avviso bonario per grattino scaduto e ritiro della delibera. In un primo momento rischiava di essere rinviato il tema scottante della seduta odierna, quello riguardante il Filobus. A lanciare la proposta il Consigliere di maggioranza Lanzilao, poi accolta da Ciccia Mariano ma ad una condizione: sarebbe dovuto essere il 1 punto da trattare nella prossima seduta di Consiglio.

La votazione non le ha dato ragione ed è iniziata la discussione. Antonio Rotundo dalle file del Pd è stato il primo a prendere la parola "è la prima volta che il Consiglio discute dell'argomento e fino ad oggi c'è stato solo un alone di indeterminatezza". Dopo aver ripercorso le tappe salienti della vicenda, caratterizzata da dubbi e polemiche, tanti gli interventi da Ciccia Mariano a Gigi Rizzo all'assessore Ripa e infine quello del Sindaco Perrone che ha commentato "Quasi all'unanimità l'assise ritiene l'opera fuori luogo", e ha sottolineato più volte la sua estraneità in questa vicenda. "E' nata male – ha detto il primo cittadino – perché non ci si è posto il problema di cosa se ne sarebbe fatto dopo la realizzazione".

La seduta si è conclusa con una domanda che il Sindaco pone a se stesso "Cosa ne penso?" alla quale ha risposto "Avrei fatto altre scelte, ma è un dovere morale farlo partire".



In questo articolo: