Le marine leccesi si ‘differenziano’: il porta a porta negli stabilimenti balneari

Grazie ad un accordo tra pubblico e privato, adesso anche le marine leccesi usufruiranno del servizio di raccolta differenziata ‘porta a porta’. L’assessore Guido:’Sensibilizziamo ecologicamente i bagnanti’.

E un altro passo avanti viene compiuto. Arriva anche nelle marine leccesi la raccolta differenziata porta a porta. Iniziativa fortemente voluta dall’assessore alle Politiche Ambientali, Andrea Guido, e organizzata dalla ditta Monteco Srl, nel segno di una maggiore tutela dell’ambiente L’ampio progetto vede un diretto coinvolgimento di tutti i gestori degli stabilimenti balneari, i quali hanno partecipato a diversi incontri organizzativi con gli operatori della ditta e con lo stesso assessore Guido. A ciascuno di essi, nei prossimi giorni, giungerà una intera batteria di cassonetti modulata al reale singolo bisogno, sia per quanto riguarda il volume di raccolta sia in relazione la qualità dei materiali conferiti.
 
Così facendo, potranno essere rimossi tutti i cassonetti presenti sui lungomare delle marine leccesi, in considerazione anche delle isole ecologiche per il conferimento differenziato previste su tutte le spiagge libere da concessioni demaniali."L’obiettivo – spiega proprio l'assessore Andrea Guido – è quello di sensibilizzare i cittadini ad un uso responsabile della spiaggia attraverso comportamenti ecologici. Dobbiamo sempre considerare i rifiuti una risorsa, anche al mare. Raccoglierli e depositarli negli appositi contenitori oltre ad essere un atto di civiltà è soprattutto un atto d’amore nei riguardi del nostro territorio”.
 
Una vittoria della sinergia tra pubblico e privato, insomma.“Senza la disponibilità dei gestori dei lidi e senza il know how tecnico dello staff di Monteco – prosegue Guido – non sarebbe stato certamente possibile giungere ad un accordo operativo in così poco tempo. Estate, quindi, deve significare non solo mare, spiaggia, sole, ma anche rispetto per la natura. Abbandonare i rifiuti in spiaggia è un atto d’inciviltà".
 
Proprio per salvaguardare il nostro splendido litorale – conclude – e per convincere ed incoraggiare i nostri concittadini a differenziare i rifiuti, abbiamo deciso di avviare questa nuova collaborazione che mira a salvaguardare il territorio e l’habitat marino ed informare i cittadini sui benefici derivanti dalla raccolta differenziata". L'offerta di servizio della ditta Monteco, dunque, si arricchisce maggiormente dopo quella rivolta ai cittadini non vedenti (per i quali è previsto l'apposito linguaggio braille).



In questo articolo: