Una nuova ordinanza in materia di rifiuti, l’Assessore Guido: ‘Lecce al passo con i tempi’

L’Assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Lecce Andrea Guido vara una nuova ordinanza in materia di raccolta e gestione dei rifiuti in città: ‘La nuove misure comprendono ogni tipo di utenza e di esigenza. Lecce sarà adesso una città all’avanguardia’.

Una Lecce più pulita, una città al passo con i tempi in materia di decoro urbano e di raccolta differenziata.
 
È questa la mission del Comune di Lecce che, il giorno dopo la conclusione della Festa Patronale, ben gestita a dire il vero sotto questo profilo, vara una nuova ordinanza in materia di conferimento, raccolta e controllo dei rifiuti.
 
Un’ordinanza completa, corposa, che va a toccare ogni aspetto e ogni tipo di problematica legata alla raccolta differenziata.
 
A presentare le nuove misure ci ha pensato l’Assessore alle Politiche Ambientali Andrea Guido: ‘Diamo continuazione all'operato del settore ambiente, coordinando tutti i servizi relativi a tutti i tipi di utenze.
 
Nell’ordinanza appena messa a punto, infatti, ci sono ben dettagliate tutte le regole per una corretta gestione del rifiuto indirizzate non solo alle abitazioni cittadine, ma anche per i commercianti, le strutture di pubblico interesse e le marine’.
 
La parte più interessante e innovativa è certamente legata alle misure previste per le così dette utenze non domestiche
 
Ci sono state delle modifiche a riguardo – ha illustrato l’Assessore Guido – in particolare in materia di orari di conferimento dei cartoni, perlopiù per una questione di decoro, la nuova fascia oraria parte dalle ore 12.30 fino alle 14.30 per il commerciante; la ditta Monteco invece è tenuta al ritiro  della nettezza entro le 16.
 
‘Sono state previste inoltre – prosegue – sanzioni non solo pecuniarie ma anche amministrative  per tutte quelle attività che nel corso di sei mesi sono incorse in due sanzioni: per loro una sospensione delle attività per una settimana’.
 
Chiusura di quindici giorni, invece minaccia Guido, per chi incorre in tre sanzioni nell’arco di un anno.
 
‘Io sono sempre contrario al sistema sanzionatorio – ammette l’Assessore al ramo – ma laddove vedo che non esiste un rispetto e una coscienza ambientale, poi non ho altra scelta’.
 
‘Si tratta certamente di un sistema innovativo, ma ci vuole pazienza. E voglio ricordare la raccolta differenziata a Lecce l'abbiamo voluta tutti’.
 
Per il dirigente comunale Fernando Bonocuore quello del varo della nuova ordinanza si è trattato di un lavoro duro, ma che può rivelarsi prezioso.
 
‘Il nostro impegno mira alla raccolta della spazzatura e alla sanificazione della città.
 
In particolare – prosegue – vi è una Legge regionale che parla chiaramente, affermando che tutti i proventi della raccolta devono andare nelle casse dei Comuni, che però si deve sobbarcare i costi di smaltimento.
 
Ecco, per risparmiare questa spesa è necessario lavorare per sviluppare una maggiore coscienza civica dei cittadini, spiegando senza stancarsi cosa e come conferire’
 
Capitolo marine. ‘E’ impensabile garantire la raccolta giornaliera per dodici mesi all’anno nelle località marine, e per questo abbiamo previsto un raccolta di prossimità che interesserà anche le case sparse’, ha concluso il Dirigente.



In questo articolo: