Lecce, ecco anche Bjorkengren: “grande emozione. Imparo in fretta”

Proseguono le presentazioni dei nuovi volti in casa Lecce. Oggi è stato il turno del promettente centrocampista svedese John Bjorkengren. Corvino: “ha delle potenzialità importati”.

Complice anche la pausa per gli impegni delle Nazionali, in casa Lecce prosegue la settimana dedicata alla presentazione dei nuovi arrivi. Dopo la conferenza di ieri in cui si è presentato ufficialmente Mariusz Stępiński, oggi è stata la volta del giovane centrocampista svedese John Bjorkengren.

Proveniente dal Falkenberg (squadra della Serie A svedese), Björkengren è un giovane regista, capace di adattarsi, se occorre, su tutto il fronte mediano. Giovane dalle belle speranze, in questa stagione è sceso in campo 21 volte in patria, le quali, però, al momento della sua partenza non sono bastate alla sua (ormai ex) squadra per evitare l’ultimo posto in classifica.

A fare gli onori di casa, naturalmente, il Direttore dell’Area Tecnica Pantaleo Corvino che per Bjorkengren ha solo parole brillanti. “Ho segnalato subito le potenzialità del ragazzo a Corini – spiega l’uomo-mercato dei giallorossi. John fa parte di una nazionale Under 21 molto forte che ha battuto 4-1 l’Italia. È un centrocampista dalle importanti potenzialità che mi auguro possano diventare grandi qualità in futuro”.

Quindi gli elogi, perché Bjorkengren in questi primi giorni italiani ha chiesto, ed ottenuto, dalla sia nazionale di non rispondere alla convocazione per potersi mettere subito a distruzione del suo nuovo gruppo. “Il modo in cui si è presentato ci ha fatto capire subito che si tratta di una persona molto importante – ammette Corvino. Questo dimostra la sua grande voglia e il suo desiderio di ambientarsi qui il prima possibile”.

Parola, dunque, che passa al 21enne che, subito, elenca le sue caratteristiche tecniche. “Sono un centrocampista che può svariare su tutto il fronte: nasco a sinistra ma mi posso però adattare anche a destra. Ora mi aspetto di imparare molto dal calcio italiano, sperando di poter contribuire anche alla crescita del club. Quello italiano è un calcio molto più tattico e c’è anche grandissima fisicità: mi auguro di poter avere un buon impatto e di poter apprendere in fretta quelli che sono i dettati del mister”.

Un mister che John ha già conosciuto nelle ultime ore e da cui ha già avuto ottime impressioni. “Il mister mi ha già convinto – dice – e ho trovato un gruppo unito e compatto, pronto a lavorare per raggiungere l’obiettivo prefissato”.

Per la sua prima avventura italiana, Bjorkengren ha scelto di indossare la maglia numero 23. Una scelta non casuale. “In carriera ho sempre avuto il 22. Ma ho pensato che ora sta iniziando una nuova tappa del mio percorso di crescita e allora ho scelto di andare avanti anche con il numero, prendendo il 23″,

Pettinari pronto a tornare

Nel frattempo per la rosa di Eugenio Corini oggi è giornata di doppia seduta: ancora assenti i nazionali Adjapong, Dermaku, Dubickas e Listkwoski, mentre Rodriguez è ancora in Spagna per smaltire il coronavirus.

Ma oggi è la giornata di Stefano Pettinari: il bomber, svincolatosi dal Trapani e rientrato in Salento, si è sottoposto ieri al test anti-covid. Ora in programma ci sono le visite mediche, superate le quali e si aggregherà alla squadra.



In questo articolo: