Frosinone-Lecce 3-1. I giallorossi steccano la prova del 9

La compagine di Stellone si aggiudica la gara del ‘Matusa’ e interrompe a otto la serie di risultati utili consecutivi di capitan Miccoli e compagni. Salentini meglio nel primo tempo e laziali superiori e piè¹ cinici nella ripresa.

Dopo la sofferta vittoria contro il Grosseto, oggi i giallorossi di mister Lerda sono stati impegnati in casa del Frosinone, allenato dall'ex attaccante del Lecce, Roberto Stellone. Nella gara contro la compagine laziale il tecnico di Fossano schiera la stessa formazione vista con i toscani con la differenza del rientrante Diniz che prende il posto al centro della difesa di Vinetot e con Erminio Rullo a sostituire lo squalificato Lopez.
Trascorrono 13 minuti prima di vedere la prima azione degna di nota ed è ad appannaggio dei giallorossi che, con una gran botta da fuori area di Bogliacino, colpiscono in pieno la traversa con il portiere Zappino battuto. L'appuntamento con il goal é, però, solo rimandato di sei minuti. Rullo si invola sulla fascia sinistra e crossa rasoterra per capitan Miccoli che, a porta vuota, insacca con il piatto del piede. Miccoli ci prova qualche minuto dopo con un tiro di collo pieno dalla lunga distanza sul quale il portiere frusinate si oppone con un po' di difficoltà. Al 33mo ci prova Aurelio da fuori, ma Perucchini blocca con sicurezza. Al 34mo calcio di rigore, molto dubbio, per il Frosinone, per un presunto fallo di mano di Diniz, sul dischetto si presente Ciofani che insacca con un preciso rasoterra. Pareggio dubbio e immeritato quello della compagine di Stellone che fino a quel momento non era stata in grado di fare nulla grazie ad un Lecce molto ordinato. Al 39mo un tiro a botta sicura di Miccoli viene deviato, forse con un braccio, da un difensore avversario in angolo. Al 42mo é Melara ad andare vicino al goal, ma la sua sassata viene deviata in corner da Zappino. I giallorossi vanno vicini al raddoppio allo scadere con un  colpo di testa di Doumbia su corner di Miccoli ma, ancora una volta, Zappino compie un miracolo. La prima frazione si chiude con due minuti di recupero e con il risultato di 1-1 che punisce oltremodo la formazione salentina.
 
La ripresa si apre con il vantaggio del Frosinone al sesto di gioco con Ciofani che raccoglie un cross e, anticipando Martinez, con un tiro al volo trafigge Perucchini. Dopo pochi minuti, mister Lerda, al 10mo, appesantisce l'attacco facendo entrare Zigoni per Doumbia. Dopo la marcatura frusinate il Lecce accusa il colpo non riuscendo più ad imbastire un'azione d'attacco e porgendo spesso il fianco alle azione offensive degli uomini di Stellone. Al 18mo Ciofani sfugge nuovamente alla marcatura di Martinez, ma il suo colpo di testa, fortunatamente, termina alto. Al 21mo Zappino compie un autentico miracolo su un calcio di punizione dal limite di Miccoli. Al 25mo un colpo di testa di Zigoni termina a lato. Al 29mo il capitano tira al volo da fuori, ma la palla termina fuori. Con il passare dei minuti i giallorossi guadagnano terreno e si avvicinano all'area di rigore avversaria. Al 32mo Matteo Ciofani (il fratello di Daniel autore dei due precedenti goal) serve il tris per il Frosinone. Botta da fuori di Paganini respinta da Perucchini. Sul pallone si avventa Ciofani che insacca con un tiro di collo pieno. Al secondo minuto di recupero Zigoni di testa colpisce la traversa e sulla ribattuta del legno, Beretta, sempre di testa, fa terminare ancora sulla traversa il pallone. É questo l'ultimo episodio della gara che ha visto i salentini interrompere la serie positiva di otto risultati utili consecutivi. 
Gli allenamenti riprenderanno martedì in vista della gara di domenica prossima contro il Pisa. 



In questo articolo: