Gomis, portiere in una famiglia di portieri:’Lecce tappa importante per la mia carriera’

In casa Lecce parla Lys Gomis, estremo difensore giallorosso:’Siamo quattro fratelli e giochiamo tutti in porta. Pure mio padre è stato portiere’. Sulla stagione che verrà:’Il Lecce non è un club da Lega Pro, questa piazza rappresenta un punto importante per la mia carriera’.

Il suo ruolo è tra i più delicati, nel calcio. Sarà chiamato a difendere i pali dell’US Lecce durante la stagione 2016/2017, ormai inaugurata dalla prima parte del ritiro svoltosi a Cotronei (e in fase di conclusione). Lys Gomis, estremo difensore che ha calcato i palcoscenici della serie A, rilascia alla stampa locale alcune dichiarazioni. E i giornalisti scoprono che essere “numero uno”, per lui, rappresenta un fatto “ereditario”. “La mia è una famiglia di portieri, mio padre è stato un portiere, noi siamo quatto fratelli e giochiamo tutti e quattro in porta. Il più piccolo dei miei fratelli ha 6 anni e gioca nel Cuneo. Sicuramente il fatto che papà fosse un portiere ha inciso sulla nostra scelta, guardandolo ci è piaciuto il ruolo, siamo entrati in porta e non siamo usciti più. Il mio passaggio in maglia giallorossa lo reputo importante”.

Il Lecce è in Lega Pro, ma non è un club da tale categoria”, dice Gomis. “Per anni – prosegue – ha giocato nei massimi palcoscenici. Questo è un punto importante per la mia carriera, speriamo di far bene, l’unica cosa che posso promettere è che ci metterò sempre il massimo impegno. Il nostro è un gruppo che si sta formando bene, stiamo bene assieme e questo è un aspetto fondamentale per porre delle basi solide per questa stagione”.

Impressioni su Mister Padalino, nuovo allenatore dei giallorossi. “È molto preparato – aggiunge – e lo si può vedere dai meccanismi che ci chiede di mettere in pratica. La cosa che mi piace più di lui è il fatto che guarda prima agli uomini e poi ai calciatori. Lui vuole che nel gruppo ci sia la massima unione e questa non mancherà di sicuro tra di noi”.

Sabato, intanto, arriva il primo impegno ufficiale della stagione. “In ritiro stiamo effettuando dei carichi di lavoro importanti com’è giusto che sia, ma arriveremo a sabato carichi e reattivi.

Vogliamo fare bene – conclude – davanti al  nostro pubblico per disputare una stagione importante bisogna partire con il piede giusto”. 



In questo articolo: