Lecce, Braglia avverte: ‘contro il Matera sarà dura. Le assenze? Fanno parte del gioco’

Vigilia di campionato in casa Lecce, chiamato nel pomeriggio di domani, alla prova Matera. ‘Sarà una sfida contro una squadra di pari valore – ha detto Braglia – e sarà fondamentale l’atteggiamento fin dal primo minuto’. Grandi numeri sugli spalti.

Poco più di 24 ore e i giallorossi di mister Piero Braglia saranno impegnati nella sfida casalinga che li vedrà opposti al Matera allenato dall’ex difensore centrale Pasquale Padalino. Nella sfida di domani capitan Papini e compagni dovranno cercare di dare continuità alle ultime tre vittorie ottenute ai danni di Monopoli, Catanzaro e Cosenza e sperare, altresì, in un passo falso del Benevento per poter raggiungere la vetta della classifica attualmente distante una sola lunghezza e occupata proprio dalla compagine allenata dall’ex tecnico del Gallipoli Gaetano Auteri.
 
In occasione della sfida con i lucani, l’allenatore grossetano dovrà sopperire alla mancanza di due importanti pedine del reparto arretrato: Giuseppe Abruzzese e Francesco Cosenza, ammoniti con i calabresi e squalificati dal Giudice Sportivo. Al loro posto verrà schierato dal primo minuto Alessandro Camisa che sarà affiancato da Legittimo che arretrerà la sua posizione, mentre, a prendere il posto dell’esterno di Monteroni il giovane Matteo Liviero. Una novità, infine si dovrebbe registrare anche per quel che riguarda l’attacco con Caturano che dovrebbe prendere il posto di Doumbia.
 
‘Da quando sono a Lecce i ragazzi hanno sempre lavorato bene in allenamento, poi in campo il giorno della partita puoi vincere o perdere, ma i nostri giocatori stanno dimostrando una gran voglia di fare’. Ha esordito così mister Piero Braglia nella consueta conferenza stampa pre-partita. ‘Sappiamo di dover affrontare una squadra importante come il Matera: i lucani – spiega il tecnico toscano – stanno facendo bene, giocando un ottimo calcio. E’ una squadra di pari valore a noi, al Benevento e al Foggia. Portiamo rispetto per il nostro prossimo avversario, sperando di fare bene’.
 
L’attenzione come sempre si sposta sull’atteggiamento che i suoi uomini dovranno tenere in campo: Melfi è l’emblema della sfida approcciata male e conclusa con un pareggio acciuffato allo scadere; così come è stata decisiva la mentalità aggressiva messa in scena a Cosenza, dove i giallorossi hanno sbancato uno campo fino a quel punto inviolato. ‘L’importante – dice – è avere la mentalità, l’atteggiamento e la cattiveria giusti, quello che ci vuole in una gara di calcio. Bisogna dare seguito alle prestazioni che stiamo fornendo, poi il risultato dipende da mille fattori’.

Tra i tanti aspetti c’è anche quello relativo alle tante assenze che hanno decimato la retroguardia salentina: Abruzzese e Cosenza, infatti, sono stati appiedati dal giudice sportivo, mentre Freddi è ancora in fase di recupero fisico. ‘Le assenze non mi preoccupano – tranquillizza Braglia – sono tranquillo e fiducioso che chi prenderà il loro posto farà la sua parte. Mi fido molto di Camisa, ad esempio, che è un uomo vero e un grande calciatore. Le assenze fanno parte del gioco’.
 
Intanto buone notizie per i tifosi. Nel pomeriggio di ieri si è riunita la Commissione Provinciale di Vigilanza che ha accettato la richiesta della società giallorossa di ampliamento della capienza del Via del Mare, fino alla fine di questa stagione sportiva. La capienza è stata portata da 14.287 a 19.202. ‘Mi auguro che si esauriscano i biglietti per la partita di domani – conclude Piero Braglia. In queste gare più dell’incasso è importante la presenza dei tifosi. E’ troppo importante avere il conforto, l’appoggio dei nostri tifosi e bisogna, comunque, dare loro il merito di averci sempre sostenuto’.



In questo articolo: