Lecce-Perugia 3-4. Ai giallorossi eroici e generosi non riesce l’impresa

Riprendono martedè¬ gli allenamenti dei giallorossi dopo la partita con il Perugia finita a favore di quest’ultima.

U.S. Lecce: 1 Perucchini, 2 D'Ambrosio, 3 Lopez, 4 Salvi (1 st Barraco), 5 Diniz, 6 Abruzzese, 7 Ferreira Pinto (1st Beretta), 8 Amodio, 9 Bogliacino, 10 Miccoli (CAP) (29 st Zigoni), 11 Doumbia
A disp.: 12 Caglioni, 13 Vinetot, 14 De Rose, 15 Barraco, 16 Beretta, 17 Rullo, 18 Zigoni
All.: Lerda
A.C. Perugia: 1 Koprivec, 2 Vitofrancesco, 3 Comotto (CAP.), 4 Gomes (33 st Carcione), 5 Massoni, 6 Scognamiglio, 7 Moscati, 8 Nicco, 9 Eusepi (36 st Henty), 10 Mazzeo (21 st Sprocati), 11 Ayres
A disp.: 12 Stillo, 13 Sini, 14 Barison, 15 Conti, 16 Carcione, 17 Sprocati, 18 Henty
All.: Camplone
Arbitro: Cifelli di Campobasso
Assistenti: Caliari, Muto
Marcatori: 6 pt Eusepi (Pg) (Rig.) 25 pt Moscati (Pg) 43 pt Miccoli (Le) (Rig.) 1 st Beretta (Le) 7 st Scognamiglio (Pg) 31 st Sprocati (Pg) 42 st Zigoni (Le)
Note: ammoniti 4 pt D'Ambrosio (Le) 28 pt Moscati (Pg) 41 pt Vitofrancesco (Pg) 8 st Scogmamillo (Pg) 35 st Eusepi  espulsi 25,st D'Ambrosio (Le) spettatori 6.284 incasso 39.432,18 euro angoli 7-3 per il Lecce recupero 2 pt 4 st 
Sintesi: Dopo il prezioso pareggio ottenuto in casa del Catanzaro, nonostante l'inferioritá numerica, questo pomeriggio i giallorossi di mister Lerda sono scesi in campo contro il Perugia nel big match che li ha visti opposti alla capolista. Scopo della compagine allenata dal tecnico di Fossano quello di ottenere il bottino pieno per proseguire la rincorsa al primo posto in classifica che consentirebbe l'approdo diretto al Torneo Cadetto.
Contro gli umbri la novità é l'utilizzo dal primo minuto del capitano, Fabrizio Miccoli, che alla vigilia era dato per assente a causa di un fastidio muscolare che lo ha costretto a saltare gli ultimi due allenamenti. In mediana Salvi vince il ballottaggio con De Rose per occupare il posto di Papini squalificato, mentre, per quel che riguarda il resto dell'undici iniziale, stessi giocatori visti in Calabria. 
La mazzata per i giallorossi arriva quasi in avvio, al quarto minuto di gioco. D'Ambrosio, infatti, atterra in area di rigore Ayres, per il signor Cifelli è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Eusepi che spiazza Perucchini portando il Perugia in vantaggio. La reazione giallorossa arriva un minuto dopo con un colpo di testa di poco alto di Bogliacino su cross di Lopez. Il Lecce si porta all'arrembaggio della porta difesa da Koprivec, ma gli umbri controllano con facilità. Al 13mo i salentini vanno vicini al pareggio con un tiro di Doumbia che va a stamparsi contro il palo. Al 17mo Perugia vicino al raddoppio grazie ad un contropiede, fortunatamente, Ayres solo davanti a Perucchini, si lascia ipnotizzare dall'estremo difensore giallorosso. La partita é molto bella, veloce e con continui capovolgimenti di fronte. Al 25mo il Perugia raddoppia. Nuova azione in contropiede Ayres, vera spina nel fianco per la difesa giallorossa, crossa rasoterra, la palla, dopo il velo di un compagno, giunge a Moscati che con un'autentica botta di poco all'interno dell'area di rigore, mette il pallone nel sette alla destra di Perucchini. Il Lecce prova la reazione, ma senza creare molte apprensioni, soprattutto perché gli uomini di Camplone sono molto bravi a mettere in fuorigioco i salentini. Al 38mo tiro da fuori di Moscati deviato in corner da Perucchini. Al 41mo un pallonetto da fuori di Bogliacino termina di poco alto. Al 42mo calcio di rigore per il Lecce, Doumbia entra in area di rigore e Vitofrancesco atterra l'esterno francese, anche in questo caso, per il direttore di gara, é penalty. Sul dischetto si porta Miccoli che con un tiro angolato deposita alle spalle di Koprivec. La marcatura del capitano é l'ultimo episodio di rilievo di un'emozionate prima frazione che si conclude con due minuti di recupero.
La ripresa si apre con due cambi tra le file del Lecce. Beretta prende il posto di Ferreira Pinto e Barraco quello di Salvi. Il cambio ha affetto dopo appena 49 secondi di gioca, quando, la punta ex Milan, dopo aver controllato di petto un cross di Barraco, con una semi rovesciata mette il pallone in rete.La situazione di parità dura solo sei minuti, al settimo, infatti, su un calcio d'angolo gli umbri ritornano in vantaggio grazie ad un colpo di testa di Scognamiglio su corner.

Nell'occasione, però, la difesa non sembra esente da colpe. Al 18mo salentini vicini al pareggio, ma D'Ambrosio, per pochi centimetri, non riesce  a ribadire in goal il cross di Amodio con la porta sguarnita. Al 25mo Lecce in dieci. D'Ambrosio, già ammonito, compie un fallo su un avversario partito in contropiede. Il sig. Cifelli gli mostra il secondo giallo e il nr. 2 giallorosso termina anzitempo la gara. Al 29mo umbri vicini al quarto goal, ma il tiro di Nicco, solo davanti a Perucchini, termina alto. L'appuntamento con il goal per la squadra di Camplone é, però, rimandato di pochi minuti, al 31mo, infatti, Sprocati, a seguito di una ripartenza, con un destro rasoterra insacca nell'angolo basso della porta difesa da Perucchini.  Doumbia si invola sulla corsia destra e pennella un cross per la testa di Zigoni che deposita in porta riaprendo la gara. All'ultimo minuto Amodio non riesce a ribadire in porta un pallone sfuggito alla presa di Koprivec. Negli ultimi quattro minuti di recupero si assiste ad un assalta all'arma bianca da parte dei salentini sempre più generosi ma, sfortunatamente,  il risultato non cambia. 

Gli allenamenti riprenderanno martedì in vista della trasferta di Barletta.



In questo articolo: