Manfredonia-Nardò 1-1, poche emozioni al “Miramare”. Agodirin illude i granata. Domenica sfida con la capolista

Dopo il vantaggio iniziale la formazione neretina incassa il pareggio a opera di Rinaldi. Il pari condanna i sipontini alla retrocessione, mentre i granata non hanno più nulla da chiedere al campionato.

nardò-calcio

Non basta al Nardò un diagonale vincente di Agodirin per portare a casa la vittoria. Al termine di una partita che ha regalato poche emozioni, al “Miramare” di Manfredonia termina 1-1 e le due squadre incassano un punto a testa che condanna i sipontini alla retrocessione in Eccellenza con tre turni di anticipo mentre i granata non hanno più nulla da chiedere alla classifica.

Formazioni

Consueto modulo 3-5-2 per mister Taurino che schiera Mirarco tra i pali, con Rosato, Cassano e Caporale sulla linea difensiva. In mediana Bertacchi, capitan Palmisano e Capristo con Scipioni e Mangione sugli esterni. In attacco Cavaliere affianca Agodirin. Sul versante opposto, mister Mancano schiera una squadra molto giovane guidata dagli esperti De Giosa e La Porta.

Cronaca

Nel primo tempo il Nardò è più manovriero degli avversari e si rende pericoloso solo con gli inserimenti di Caporale e Rosato. Da segnalare un grande intervento di Mirarco che sventa sulla traversa una punizione di La Porta. A inizio secondo tempo il Nardò passa in vantaggio: Agodirin si conferma implacabile e al 50’ con un perfetto diagonale in corsa fulmina Grasso. Per l’attaccante nigeriano si tratta della quindicesima marcatura stagionale. La replica dei padroni di casa sboccia al 67’: il giovane Rinaldi approfitta di una disattenzione difensiva e batte Mirarco. Il Nardò spreca così il vantaggio con un impreciso disimpegno che regala il pareggio ai biancazzurri. Al 70’ il palo salva Grasso su una punizione insidiosa di Prinari. Provvidenziale il portiere sipontino a sventare su Agodirin al 75’. C’è gloria anche per l’estremo difensore granata Mirarco che frena le ultime velleità foggiane prima del fischio finale.

Il prossimo impegno di domenica 22 aprile vedrà il Nardò giocare tra le mura amiche del “Giovanni Paolo II” nel difficile match contro la capolista Potenza guidata dall’ex tecnico granata Nicola Ragno.

SERIE D – Girone H: risultati 31ª giornata

Altamura – Francavilla 1-3; Audace Cerignola – Pomigliano 0-0; Aversa Normanna Alto Tavoliere – 2-0; Cavese – Sporting Fulgor 4-1; Gragnano – Taranto 1-3; Manfredonia – Nardò 1-1; Potenza – Az Picerno 4-0; Sarnese – Frattese 0-1; Turris – Gravina 2-0

Classifica

Potenza 77, Cavese 69, Altamura 63, Taranto 62, Audace Cerignola 60, Az Picerno 49, Gravina 47, Nardò 46, Gragnano 36, Francavilla 36, Turris 35, Sarnese 32, Pomigliano 31, Aversa Normanna 29, Frattese 29, Alto Tavoliere San Severo 27, Manfredonia 17, Sporting Fulgor 12

Note: Turris 4 punti di penalizzazione, Manfredonia e Sarnese 2 punti di penalizzazione


In questo articolo: