Napoli-Lecce 2-3, al “San Paolo” va in scena lo show dei giallorossi. Decidono Lapadula e la perla di Mancosu

Con la doppietta della punta ex Genoa e la punizione del capitano la formazione salentina batte i partenopei e conquista tre meritatissimi punti per la salvezza.

Dopo la spettacolare vittoria contro il Torino che, almeno per una volta, non ha lasciato adito a critica alcuna e che ha mostrato agli occhi dei tifosi e degli addetti ai lavori un Lecce trasformato rispetto alla prestazione umiliante contro l’Hellas Verona, questo pomeriggio i giallorossi sono scesi nuovamente in campo nella sfida che li ha visti opposti al Napoli di Rino Gattuso che, dopo una prima parte di Campionato tra alti (pochi) e bassi (tanti) sembra aver ritrovato lo smalto dei tempi migliori grazie a tre successi consecutivi, di cui uno contro la capolista Juventus.

In occasione della sfida con i partenopei, nella quale capitan Mancosu e compagni, sono stati chiamati a confermare l’inversione di rotta, almeno per quel che riguarda le prestazioni sfoderate in campo, mister Fabio Liverani, che oggi festeggia le 100 presenze alla guida dei salentini e fresco vincitore della Panchina d’argento quale miglior allenatore dello scorso Campionato di Serie B, si vede costretto a fare a meno di Tachtsidis, Meccariello, Babacar, Farias e Gabriel, ma recupera all’ultimo momento Saponara, colpito da un attacco di febbre durante la settimana.

Il tecnico ex Genoa, quindi, fedele al detto “Squadra che vince non si cambia” decide di dare fiducia allo stesso undici visto in campo con il Toro.

La formazione iniziale

Il Lecce si schiera, quindi, con il consueto 4-3-1-2 con: Vigorito tra i pali; difesa composta da Rispoli, Lucioni, Rossettini e Donati; Barak, Deiola e Majer in mediana; Saponara a sostegno del tandem d’attacco Lapadula – Falco.

Il primo tempo

Il primo tiro della gara è al quinto a opera dei partenopei, con il colpo di testa di Insigne, deviato in corner da Rispoli. Al 10mo l’inzuccata di Milik termina sopra il montante. Al 14mo pericolo per il Lecce, Cross di Politano e spizzata di testa di Zielinski di poco fuori. Al 24mo Vigorito para in due tempi il tiro di Mario Rui e un minuto dopo quello di Milik termina sull’esterno della rete. Al 26mo il destro a giro di Insigne finisce a lato.

Lapadula colpisce

Al 29mo arriva il vantaggio dei giallorossi. Saponara prende palla, entra in area e passa a Falco che tira, Ospina respinge la botta del “Talentino di Pulsano”, ma sui piedi di Lapadula che a porta vuota deposita in gol.

Al 35mo Napoli vicino al pareggio. Insigne brucia la difesa e si trova solo davanti a Vigorito e di spalle tenta il pallonetto ai danni dell’estremo difensore giallorosso, la sfera supera il portiere, ma colpisce l’esterno del palo.

Il secondo tempo

La ripresa si apre con un cambio nelle file partenopee. Fuori Lobotka e dentro Mertens.

Pronti via pareggio del Napoli

Trascorrono meno di tre minuti e gli azzurri pareggiano. Mertens prende palla, la passa a Mario Rui che entra in area, si smarca e passa all’accorrente Milik che solo davanti a Vigorito, tira di piatto, con la palla che prima sbatte contro la parte bassa della traversa e poi si insacca alle spalle dell’estremo difensore ex Frosinone.

Al 55mo il tiro al volo di piatto di Lapadula viene parato da Ospina. Al 56mo occasionissima per gli uomini di Gattuso, Insigne parte sul filo del fuorigioco e a tu per tu con Vigorito si lascia ipnotizzare dal portiere dei salentini. Al 58mo il tiro dall’interno dell’area di Falco vinee parato dall’estremo difensore dei partenopei.

Lapadula concede il Bis

Azione manovrata dei salentini, la palla giunge a Filippo Falco che di sinistro crossa con il contagiri per Lapadula che con un perfetto inserimento di tempo trafigge per la seconda volta Ospina.

Al 61mo arriva il primo cambio per Liverani. Fuori Majer e dentro Petriccione. Al 67mo Napoli vicino al pareggio. Milik tira di punta, Vigorito non trattiene e sulla respinta si avventa Insigne, il cui tiro termina a lato.  Al 68mo arriva il nuovo vantaggio giallorosso. Al 71mo Lecce vicino al terzo gol. Cross di Falco e perfetto inserimento di testa di Barak, sul quale Opsina compie un autentico miracolo.  Al 74mo secondo cambio per il Lecce, Fori Falco e dentro Mancosu. Al 76mo il destro a giro di Mertens finisce a lato.

La magia di Mancosu

All’82mo arriva il terzo gol dei salentini. Lapadula conquista un fallo a 25 metri di distanza dalla porta, sulla palla va il capitano che scocca un tiro a giro di destro che prima batte sulla parte interna del palo per poi finire in rete. Un minuto dopo la botta di Lapadula viene parata con la faccia da Ospina.

Callejon accorcia

Al 90mo arriva il secondo gol del Napoli. Lucioni compie un retropassaggio avventato, sulla palla arriva Callejon che in rovesciata mette alle spalle di Vigorito.

Contestualmente alla marcatura arriva il terzo cambio per Liverani con Paz che prende il posto di Deiola.

Alzi la mano chi pensava alla vigilia della gara che i giallorossi avrebbero dato spettacolo al “San Paolo” dominando una formazione in grado di battere la prima in classifica e che veniva da tre vittorie di file. La prestazione di oggi, forse, sta a significare che i progressi visti con il Torino non sono stati tanto casuali (leggi QUI le pagelle). La compagine di Liverani è ritornata a fare gioco e a saper soffrire. Sabato si torna in campo nella gara con la Spal.



In questo articolo: