Lecce-Atalanta 0-2, giallorossi salutano il loro pubblico con una sconfitta

Ci hanno pensato nella ripresa De Ketelaere e Scamacca. dopo lo svantaggio la compagine salentina ha staccato la spina.

Termina 2-0 per l’Atalanta l’ultima gara casalinga per il Lecce di Gotti che si congeda dal proprio pubblico nel peggiore dei modi. De Ketelaere e Scamacca affondano i giallorossi ormai salvi e un po’ distratti (leggi le pagelle)

Dopo la sconfitta di lunedì sera a opera dell’Udinese nella quale, con la salvezza già in tasca, sono scesi in campo un po’ ‘morbidi’, questa sera i giallorossi di mister Luca Gotti sono stati impegnati sul terreno di gioco dello stadio “Via del mare”, nella sfida che li ha visti opposti all’Atalanta.

Contro la compagine più in forma del Campionato, ma reduce dalla sconfitta in Coppa Italia di Mercoledì e con la testa sicuramente alla finale di Europa League contro il Bayer Leverkusen fresco vincitore della Bundesliga, capitan Blin e compagni hanno salutato il pubblico amico, in quello che è stato l’ultimo atto di questo torneo in casa.

In occasione della sfida con la formazione orobica, l’allenatore dei salentini, si è visto costretto a fare a meno, oltre che ai lungodegenti, anche di Sansone, che non è riuscito a recuperare dai problemi fisici, ma ha ritrovato Piccoli che ha scontato il turno di squalifica. Il tecnico, quindi, ha deciso di tornare ad affidarsi al modulo a due punte, ma con due novità importanti: fuori Oudin diventato papà da poche ore e dentro Gonzalez e anche il capitano si accomoda in panchina per lasciare spazio a Berisha.

La formazione iniziale

Il Lecce si è quindi schierato con il 4-4-2 con: Falcone tra i pali; difesa composta da Gendrey, Baschirotto, Pongracic e Gallo; Gonzalez, Berisha, Ramadani e Dorgu in mediana; Krstovic e Piccoli a comporre il tandem d’attacco.

Il primo tempo

Il primo tiro della gara è degli orobici al quarto con Miranchuk, ma il portiere respinge con i pugni. Al settimo occasionissima per gli ospiti, disimpegno sbagliato della difesa salentina, la palla arriva a Pasalic che si presenta solo davanti a Falcone, ma il 30 giallorossi riesce a parare. al settimo il tira al volo di Piccoli è facile preda dell’estremo degli orobici. Al nono Krstovic serve Piccoli, che cerca sorprendere Musso che devia in corner. Al 10mo Gendrey di testa manda alto. Al 17mo Falcone respinge di petto il tiro di Scamacca. Al 19mo il tiro in scivolata di Piccoli, servito da Berisha, termina tra le braccia del portiere. Al 24mo Scamacca da fuori manda a lato. Al 26mo Dorgu dal limite spedisce a lato. Al 27mo Scamatta si coordina e tira, ma manda alto. Al 32mo Tourè gira di testa, ma il portiere para. Al 34mo Dorgu di piatto manda fuori. Al 39mo la botta di Zappacosta va alle stelle.

Il secondo tempo

Nella ripresa i salentini scendono in campo con lo stesso undici che ha concluso la prima frazione.

Al secondo di gioco occasionissima per i padroni di casa. Piccoli riceve palla e serve Krstovic che anticipa tutti, ma solo davanti a musso spara alle stelle.

Gol sbagliato gol subito

Trascorre un solo giro di lancette che gli ospiti passano in vantaggio. Scamacca ‘filtra’ per De Ketelaere, che resiste al pressing di Gallo e con un pallonetto supera Falcone in uscita.

Atalanta raddoppia

All’ottavo arriva il raddoppio orobico, angolo di Miranchuk, uscita non impeccabile di Falcone, Scamacca si inserisce di testa e mette in gol a porta vuota.

Due minuti più tardi il colpo di testa di Hein va alto di poco. Al 28mo il tiro-cross di Krstovic termina tra le braccia di Musso. Al 29mo Scalvini manda alto.  Al 37mo Miranchuk di testa manda alto. Al 41mo la punizione dal limite di Piccoliva a infrangersi contro il palo. Al 43mo Pongracic da fuori manda a lato.

I giallorossi giocano un buon primo tempo, poi, dopo aver avuto l’occasione per passare in vantaggio nella ripresa, subiscono il gol avversario e da quel momento in poi staccano la spina. Il Lecce si congeda dal suo pubblico con una figura che sinceramente i tifosi non avrebbero meritato, non è la sconfitta a pesare, ma la mancanza di atteggiamento, l’essere incapaci, palo a parte da calcio da fermo, a creare la minima occasione, affidandosi forse troppo ai tiri da fuori.

Tabellini

U.S. Lecce: 30 Falcone, 5 Pongračić, 6 Baschirotto ©, 9 Krstović, 13 Dorgu (9 st Pierotti), 16 Gonzalez (9 st Oudin), 17 Gendrey (29 st Venuti), 18 Berisha (9 st Blin), 20 Ramadani (28 st Rafia), 25 Gallo, 91 Piccoli. A disposizione: 21 Brancolini, 40 Samooja, 98 Borbei, 7 Almqvist, 8 Rafia, 10 Oudin, 12 Venuti, 23 Esposito, 29 Blin, 45 Burnete, 50 Pierotti, 59 Touba, 83 Samek. Allenatore: Luca Gotti

Atalanta 1907: 1 Musso, 2 Toloi ©, 4 Hien, 8 Pasalic (23 st Adopo), 10 Tourè (1 st de Ketelaere), 33 Hateboer, 42 Scalvini, 43 Bonfanti (30 st Bakker), 59 Miranchuk, 77 Zappacosta (1 st Ederson), 90 Scamacca (17 st Djimsiti). A disposizione: 29 Carnesecchi, 31 Rossi, 11 Lookman, 13 Ederson, 17 De Ketelaere, 19 Djimsiti, 20 Bakker, 22 Ruggeri, 25 Adopo, 44 Mendicino. Allenatore: Tullio Gritti (Gian Piero Gasperini squalificato)

Arbitro: Antonio Rapuano sez. di Rimini Assistenti: Matteo Passeri sez. di Gubbio – Alessandro Costanzo sez. di Orvieto IV Ufficiale: Antonio Giua sez. di Olbia VAR: Daniele Chiffi sez. di Padova
AVAR: Federico La Penna sez. di Roma 1

Marcatori: 3 st De Ketelaere (A) 8 st Scamacca

Note: ammoniti 25 pt Hateboer (A) 37 pt Tourè (A) 44 pt Pasalic (A) 22 st Toli (A) spettatori 26.354 incasso 427.175,10 angoli 5-2 per l’Atalanta recupero 1 pt 3 st.



In questo articolo: