Lecce, si ferma anche Lapadula: salterà la Juve. Ma le altre non scappano

Si allunga la lista degli infortunati in casa Lecce, scrivendo anche il nome di Lapadula. Nel frattempo in classifica il Genoa resta lì, fugge il Toro inguaiando l’Udinese.

Le scorie della sconfitta rimediata per mano del Milan si fanno sentire ancora e, probabilmente, lo faranno fino al prossimo impegno di venerdì sera sul campo della capolista Juventus.

Per il Lecce il ritorno al calcio giocato è stato da brividi: una partita tenuta in piedi per circa un’ora con una fatica enorme, ma scivolata via nel finale con un poker che ha il peso di un ceffone in pieno volto.

Oltre all’aspetto tecnico-tattico e a quello della tenuta mentale, si allunga anche la lista degli infortunati, già corposa da qualche giorno. Oltre a Dell’Orco, Deiola, Farias, Majer e Barak, all’elenco si è aggiunto anche Gianluca Lapadula.

Gianluca Lapadula ANSA

L’attaccante di proprietà del Genoa, infatti, nel corso della gara di lunedì pomeriggio ha rimediato una distorsione alla caviglia mancina che lo ha costretto a saltare l’allenamento mattutino di ieri: il timore è che il guaio lo costringerà a saltare più di qualche match.

Ieri ad Acaya lavoro di scarico per i calciatori impiegati con il Milan, mentre il resto del gruppo si è allenato regolarmente. Hanno seguito un programma differenziato Deiola, Farias e Majer. A riposo Lapadula, mentre nel pomeriggio è rientrato in Salento Antonin Barak che oggi si aggregherà ai compagni per preparare il prossimo, proibitivo, impegno.

La 27^ giornata

Il ‘Gallo’ Belotti (ph. Quotidiano Piemontese – Paolo Pavan)

Nel frattempo, l’ottavo turno del girone di ritorno è proseguito ieri sera con altre quattro partite. Occhi puntati sulla parte bassa della classifica dove il Genoa, terzultimo a pari punti con il Lecce, cade in casa con lo stesso punteggio dei giallorossi: 4-1 rifilato dal Parma.

Vittoria preziosissima del Torino che, con un gol e tanta sofferenza, batte l’Udinese e lascia gli stessi friulani nei guai.

Sempre più giù la Spal che si conferma il peggior attacco del torneo, lasciando passare in casa anche il Cagliari (1-0). Mentre nella sfida per l’Europa tra Verona e Napoli sono i partenopei ad avere la meglio (0-2)

Oggi le ultime tre sfide: l’Inter cerca di tenere il passo delle prime della classe contro il Sassuolo, in ottica salvezza la Samp sarà di scena a Roma, ma il big match è senza dubbio Atalanta-Lazio.

Fiorentina 1 – Brescia 1
Lecce 1 – Milan 4
Bologna 0 – Juventus 2
Spal 0 – Cagliari 1
Verona 0 – Napoli 2
Genoa 1 – Parma 4
Torino 1 – Udinese 0
Inter-Sassuolo (oggi h19.30)
Atalanta-Lazio (oggi h21.45)
Roma-Sampdoria (oggi h21.45)

La classifica

Juventus 66, Lazio* 62, Inter* 57, Atalanta* 51, Roma* 45, Napoli 42, Parma e Milan 39, Verona 38, Bologna 34, Cagliari 35, Sassuolo* 32, Fiorentina  e Torino 31, Udinese 28, Sampdoria* 26, Genoa e Lecce 25, Spal 18, Brescia 17.
(*una partita in meno)



In questo articolo: