Lecce, i dubbi anti-Sassuolo di Liverani: per Mancosu ritorno alle origini? Le probabili formazioni

Altro scontro diretto per il Lecce che oggi pomeriggio riceverà il Sassuolo: l’obiettivo è conquistare la prima vittoria casalinga della stagione. Rebus a centrocampo: Mancosu torna mezzala con Shakhov ancora dietro alle punte.

(grafica by Stefano Monteduro) “La formazione? Non la so nemmeno io!”. Queste le parole pronunciate ieri da Fabio Liverani nel corso della tradizionale conferenza stampa della vigilia al termine della rifinitura. Tante sono le incognite con cui deve fare i conti il tecnico romano, su tutte alcune assenze pesanti e il fatto di dover tornare in campo per la terza volta in una settimana.

Tachtsidis è squalificato, Majer non è al meglio della forma e per l’attacco tanti sono i punti interrogativi. Fortunatamente dalla trasferta di mercoledì scorso sul campo della Sampdoria sono arrivati importanti segnali da ogni reparto: in difesa Dell’Orco sembra essere tornato ai livelli di Sassuolo, Lapadula si è finalmente sbloccato e, soprattutto, Shakhov ha finalmente fatto vedere tutte le sue qualità.

Shakhov imposta (ph.Pinto)

Ecco perché questo pomeriggio potrebbe vedersi un Lecce inedito, soprattutto al centro. Davanti a Gabriel, il ballottaggio a destra è tra Meccariello (reduce da tre impegni consecutivi) e Rispoli (il quale ha rifiatato abbastanza nell’ultimo periodo), mentre Lucioni e Rossettini nel cuore della difesa sono intoccabili. A sinistra, dopo 90′ a Genova, Dell’Orco dovrebbe riaccomodarsi in panchina con il rientro tra i titolari di Calderoni.

In mediana, invece, sarà Petriccione il playmaker: ai suoi lati Tabanelli e Mancosu che tornerà al suo ruolo naturale, quello di mezzala. Shakhov si è meritato un’altra maglia dal 1′ alle spalle delle due punte che potrebbero essere Falco e Lapadula. Per Babacar, altro ex di turno, panchina iniziale.

L’obiettivo per i giallorossi è quello di conquistare la prima vittoria casalinga della stagione.

L’11 di De Zerbi

Per il Sassuolo è vera emergenza. Ad una partenza deludente (9 punti, gli stessi del Lecce, ma con una partita in meno) nelle ultime settimane si sono aggiunte parecchie defezioni. A Pegolo, Rogerio, Chiriches, Tripaldelli, Ferrari, Mazzitelli e Bourabia, nelle ultime ore si è aggiunto anche il forfait di Ciccio Caputo.

Roberto De Zerbi, però, non cerca scuse: dopo l’ultimo KO interno contro la Fiorentina, i neroverdi vogliono tornare a sorridere. Il modulo sarà il 4-3-3 con Consigli tra i pali, la difesa sarà formata da Toljan, Marlon, Romagna e Paluso; in mezzo Locatelli torna in campo dal primo minuto, insieme a Obiang e Duncan; il tridente offensivo sarà formato da uno tra Traoré e Djuricic (con quest’ultimo in lieve vantaggio), con Defrel e Berardi.

Lecce-Sassuolo sarà diretta dal signor Riccardo Ros della Sezione di Pordenone: calcio d’inizio alle ore 15.

Gli anticipi del sabato: la Juve risponde a Lukaku, decollo Roma

Conte e Lukaku – ANSA / MATTEO BAZZI

Nella giornata di ieri, intanto, altro entusiasmante testa-a-testa in vetta alla classifica: la Juventus fa suo il derby di Torino grazie alla prima rete italiana di De Ligt  e nemmeno stavolta mancano le polemiche. Poco prima l’Inter aveva tentato il sorpasso grazie al successo ottenuto in rimonta sul campo del Bologna (1-2): la doppietta di Lukaku, con rigore realizzato in pieno recupero, consolida la seconda piazza per i nerazzurri di Antonio Conte.

Nel sabato pomeriggio, infine, il big match di giornata tra Roma e Napoli se lo aggiudica i giallorossi con il punteggio di 2-1: per i capitolini terza vittoria consecutiva, mentre per i ragazzi di Ancelotti 2 punti nelle ultime tre uscite e tonfo in classifica.

Di seguito il resto del programma della giornata:

Atalanta-Cagliari (h. 12:30)
Genoa-Udinese (h. 15)
Lecce-Sassuolo (h. 15)
Verona-Brescia (h. 15)
Fiorentina-Parma (h. 18)
Milan-Lazio (h. 20:45)
Spal-Sampdoria (domani h. 20:45)



In questo articolo: