Lecce, che rabbia! Le pagelle di leccenews24: si finisce stremati e in nove

Maledetti play off. Cosè¬ come l’anno scorso col Carpi, il Lecce si vede togliere la B nella finale. Prima passa in vantaggio ma non sa mantenere il risultato. Al 116 Frara lo condanna, poi la chiude Viola. Espulsi Diniz e Beretta.

U.S. LECCE
 
CAGLIONI: 7
Non ha colpe sul pareggio del Frosinone che dalle sue parti non si fa vedere con troppa veemenza. Al 75’ si oppone con sicurezza ad un tiro fortissimo di Ciofani dal limite dell’area. Fondamentale al 90' sul colpo di testa di Carlini lasciato solo da una difesa incredibilmente disattenta. Si mangia i suoi compagni al111' quando sempre la difesa lascia Viola colpire a colpo sicuro e la palla finisce ad un millimetro dal palo.Poi salva su Carlini al 115' e si arrende solo a Frara al 116'. Poi chiude tutto Viola al 127'
MARTINEZ: 6
Tutti si aspettavano Sales, invece Lerda schiera El Tuma. Discreta prestazione, ma il cross che Paganini spedisce all’incrocio al 47’ del primo tempo proviene dal territorio di sua competenza. Un po’ ingenuo. Si fa ammonire al 70’ per fallo su Curiale. Quando esce nel secondo tempo supplementare ha qualche cosa da ridire a Lerda
(dal 115' AMODIO): s.v.
DINIZ: 6
Sicuro e preciso soprattutto nelle uscite dall’area di rigore. È cresciuto di partita in partita. Fa venire un infarto ai tifosi quando entra in contatto in area con Curiale al 75’, ma l’arbitro gli dà ragione. Perde la testa quando è tutto perso per una capocciata a Viola e viene espulso.
ABRUZZESE: 6
Il capitano ha iniziato la sua avventura ai play off segnando un rigore provvidenziale con il Pontedera. Ma nelle due sfide con il Frosinone si dimostra un po’ disattento. Paganini entra di testa sulla sua zolla
LOPEZ: 6
Come Abruzzese si divide al 50% le responsabilità dell’errore nel pareggio frusinate. Ma il giocatore non si discute. Un punto di riferimento costante nelle ripartenze, normale che conceda qualcosa nella fase difensiva
DE ROSE: 6
Al posto di Salvi. Il piede è buono ed i passaggi vengono ben smistati, ma quanto a dinamismo si perde un pochino nella confusione a centrocampo predisposta da Stellone. Esce per un problema muscolare
(dal 65’ SACILOTTO): 6
Forze meno affaticate per il centrocampo. Ma, ad essere sinceri, non si nota tanto la sua freschezza fisica
PAPINI: 6,5
Più abbottonato e meno effervescente del solito. Un pilastro intorno al quale gira l’undici di Lerda anche quando non è devastante come lo è stato per tutta la fase dei Play off. Ma al 105' è provvidenziale quando mette la gamba sul tiro a colpo sicuro di Frara
FERREIRA PINTO: 6
È sembrato stanco e poco ficcante, ma è innegabile che il lavoro che svolge in fase di ripiegamento è prezioso per tutta la squadra. Generoso
BERETTA: 5,5
Un gol che vale oro, un gol che ha fatto sognare il Salento, un gol che i giallorossi avrebbero potuto capitalizzare meglio nei secondi finali del primo tempo e andare al riposo sul vantaggio. Vanta anche un palo. Con Miccoli davanti che gli apriva varchi sembrava in serata di grazia.Si fa espellere ingenuamente e stupidamente per una finta-testata a Blanchard al 97' e condanna gli uomini di Lerda ad arrancare.
DOUMBIA:
Il giudizio su Doumbia lo si può fare ad occhi chiusi. È dall’inizio del campionato che si ripete: guizzante, spumeggiante, effervescente, sempre in grado di impensierire il diretto avversario. Ma la porta non la vede e raramente si rende pericoloso
MICCOLI: 6,5
Un pericolo costante, sempre in agguato come un rapace, con una voglia matta di portare il Lecce in B. Poi si infortuna, il solito guaio muscolare e il Frosinone pareggia subito
(BOGLIACINO dal 37’): 6
Non ha la grinta di Miccoli e nemmeno la verve. L’intelligenza tattica e la classe tracimano, ma la grinta figlia dell’attaccamento al Salento è un’altra cosa

In panchina: Petrachi, Sales, Amodio, Bellazzini, Barraco, Zigoni

All. Franco LERDA: 6,5
Il Lecce nel secondo tempo si dimostra squadra vera. Non risente psicologicamente del gol di Paganini e del clima. Comanda la partita, la gestisce. Ma senza punte è difficile fare miracoli. A Lerda bisogna dire grazie per come ha fatto rinascere il Lecce che nella regular season ha pagato solo l’inizio disastroso.
 
FROSINONE CALCIO

ZAPPINO: 6
CRIVELLO: 6,5
BLANCHARD: 6
BERTONCINI: 6
(dal 105' VIOLA): s,v,
M. CIOFANI: 6
FRARA: 6,5
GORI: 6,5
(dal 75’ SODDIMO): 6
GUCHER: 6
PAGANINI: 6,6
CURIALE: 6,5
(dal 90' CARLINI): 6
D. CIOFANI: 6
In panchina: Mangiapelo, Gessa, Carrus
All. Roberto STELLONE: 6,5
 



In questo articolo: