‘Basta con le divisioni ed i contrasti. Tutti compatti e manterremo la categoria’, parola di Sticchi Damiani

Nell’intervista prima della partenza per Benevento, il presidente va dal calciomercato agli ultrà, dalle scelte della Lega alla difesa del ds Meluso.

È una grande responsabilità partecipare alla Serie B, insieme al Foggia avremo il compito di rappresentare la Puglia calcistica. Sarà un campionato durissimo; con il format a 19 squadre e con le stesse regole delle precedenti stagioni, la serie B è la più difficile degli ultimi anni.’

È uno Sticchi Damiani sorridente e disteso quello che si presenta alla sala stampa Sergio vantaggiato del Via del Mare. Uno chiacchierata a largo spettro prima della partenza in quel di Benevento, dove la corazzata che dovrebbe ammazzare il campionato attente i giallorossi di Mister Liverani. Inevitabile il riferimento ai dissapori tra una parte della tifoseria e il responsabile dell’area tecnica, il ds Meluso.

‘Ci aspetta un compito difficilissimo, tutte le squadre si sono mosse investendo tante risorse. Abbiamo fatto un mercato dispendioso perché vogliamo mantenere la categoria ma non ci possono essere divisioni e contrasti. Tutte le piazze sono agguerrite e compatte per il campionato. Sul mercato abbiamo fatto grandi sforzi. abbiamo 5 elementi che hanno vinto il campionato di serie B. Adesso all’allenatore spetta un compito difficilissimo: dovrà amalgamare la rosa che è sicuramente è una rosa competitiva. Abbiamo fatto 15 operazioni in entrata e altrettante in uscita. Ci vuole pazienza e coesioni e per il mister sarà difficile organizzare questa squadra.’

Una valutazione sul calciomercato non poteva non passare dai colpi considerati più difficili e quindi più importanti…
‘Sono felice che le operazioni in entrata siano andate a buon fine. Mi è piaciuta molto l’operazione – Petriccione, un’operazione fatta in 24 ore. Anche Lucioni è un colpo straordinario: a mio avviso è il difensore più forte della serie B. Anche per le altre operazioni c’era concorrenza e sono contento che tra più piazze a disposizione,tanti giocatori abbiano scelto Lecce. Il dato della piazza è straordinario, abbiamo applicato degli incrementi. Abbiamo raddoppiato il record di abbonamento del Lecce in serie B. Si respira un clima di grande entusiasmo. Sono contento dei tanti tifosi che ci seguiranno a Benevento’.

Non poteva certo mancare una riflessione sul caso Chiricò

‘La questione non deve portare contrasti. Ho grande rispetto verso gli ultrà. Loro si abbonano in 5000, non chiedono nulla. Se fanno le loro battaglie, sono legate a dignità, a valori per la maglia. Preferisco loro rispetto a chi mi chiede omaggi o chi mi dice che non volevamo salire in B. Il fatto è legato ad un episodio specifico che ha determinato un momento spiacevole. Si sta dando molta importanza, forse troppa alla cosa. È stata fatta un’operazione per valorizzare il club. C’è una trattativa importante con una società importante, la Ternana. Chiricò è un esterno, il mister valuterà se tenerlo o no.

La difesa a spada tratta del ds Meluso

‘La cosa che mi è dispiaciuta è il passaggio dalla situazione di Chiricò a quella di Meluso. Il direttore ha lavorato benissimo, nell’interesse esclusivo della società. Ho sbagliato io a non vigilare sull’operazione Chiricò, soprattutto dal punto di vista ambientale.’

Questione Via Del Mare e rizzollatura

Il campo va rizzollato, abbiamo iniziato ieri. Per adesso ce la stiamo vedendo noi. Speriamo che il Comune faccia quello che ci ha detto e mantenga gli impegni. Ci sarà un nuovo tabellone, abbiamo rifatto gli spogliatoi ed una postazione per gli sponsor’.



In questo articolo: