Per Tomovic arriva la seconda rete in A. Il Verona ridimensiona Zeman

Nella gara contro l’Inter difensore segna il goal del 3-0 e fornisce l’assist per la marcatura del vantaggio viola. Il successo degli scaligeri ha dimostrato come la roboante vittoria della settimana dell’allenatore boemo è stato frutto di un grandissimo colpo di fortuna.

Nella settimana in cui il Commissario Tecnico della Nazionale, Antonio Conte, ex centrocampista del Lecce, convoca tra gli azzurri un altro ex giallorosso, l'attaccante Graziano Pellè, ieri ha avuto termine un'altra giornata del campionato di Serie A, la sesta, che ha visto protagonisti tanti giocatori e allenatori che in passato hanno indossato la maglia salentina. Analizziamo le loro prestazioni.

Verona-Cagliari 1-0: lo avevamo detto la settimana scorsa non accodandoci alla massa che aveva pontificato la vittoria dei sardi contro l'Inter: aspettiamo le prossime giornate. Non c’è stato bisogno di aspettare troppo tempo. Abbiamo avuto ragione.  La gara del "Bentegodi" ha riportato  Zeman e i tanti giornalisti che lo esaltano sulla terra. Contro la compagine scaligera ha perso con un solo goal di scarto, ma deve ringraziare l'arbitro che ha annullato un goal regolare, la traversa e il portiere della sua squadra. Per il resto siamo pienamente d'accordo con i tanti che lo chiamano "maestro". Maestro sì, ma delle sconfitte. Tra i gialloblù solo panchina per Brivio. Benussi non figurava neanche tra i sostituti

Milan-Chievo Verona 2-0: per la squadra veronese un'altra sconfitta questa volta alla "Scala del Calcio". Nella formazione veneta Dainelli parte titolare e gioca tutti i 90 minuti.

Lazio-Sassuolo 3-2: insieme al Palermo la formazione nero verde allenata da Di Francesco è l'unica ancora a secco di vittorie. Anche ieri l'allenatore di Pescara è stato sconfitto. Tra gli emiliani solo panchina per Terranova. Tra i capitolini Ledesma figurava tra le riserve, mentre, Basta è ancora ai box per infortunio.

Parma-Genoa 1-2: formazione ducale in crisi quella vista nelle ultime partite, al contrario dei "Grifoni" che si rialzano immediatamente dalla sconfitta nel derby. Tra i rossoblu ha ben giocato tutta l'intera gara Bertolacci.

Sampdoria-Atalanta 1-0: i blucerchiati con la vittoria di ieri si issano al terzo posto in classifica. Tra i genovesi Mesbah si accomoda in panchina per l'intero arco della partita così come Stendardo tra gli orobici

Udinese-Cesena 1-1: con il pareggio con i romagnoli i friulani perdono la terza piazza. Nella compagine di casa Muriel ha fatto il suo ingresso in campo al 79mo. Nei cesenati Marilungo e Coppola hanno giocato tutti i 90 minuti.

Fiorentina-Inter 3-0: la compagine meneghina rimedia la seconda figuraccia nel giro di sette giorni a Firenze ne prende tre, due dei quali segnati da ex leccesi. Il primo ad opera di Cuadrado il secondo di Tomovic che ha anche fornito l'assist per l'1-0. Tra i nerazzurri Osvaldo, partito titolare è uscito al 74mo.

Napoli-Torino 2-1: va male al tecnico Giampiero Ventura, allenatore del Toro che, andato in vantaggio contro la compagine partenopea si vede raggiunto e poi superato. Tra i granata Vives  gioca dal primo al 78mo, l'altro ex Lecce Bovo non figurava neanche un panchina. 



In questo articolo: