Sedie fuori e anziane sedute al fresco, le sere d’estate in Salento

Fa caldo, anche di sera… e gli anziani si “siedono al fresco” per chiacchierare e stare insieme. Una cartolina popolare che affascina anche i turisti.

Passeggiando per le strade del Salento capita di notare sul volto di qualche turista un’espressione di stupore che, apparentemente, ti sembra immotivata. Non c’è nessun monumento barocco né spiagge da cartolina e nemmeno chiese e piazze che possano ‘giustificare’ la meraviglia. Ma basta guardarsi attorno per capire che a destare tanta sorpresa è un quadro vivente, una cartolina popolare da immortalare con il cellulare: le anziane sedute davanti alla porta di casa per chiacchierare. Sono lì, ogni sera, riunite come in un gruppo whatsapp in carne e ossa a godersi il fresco, a scambiarsi qualche pettegolezzo, a commentare gli eventi della giornata. Le vedi apparire ogni volta che il sole tramonta, quando posizionano la sedia sul marciapiede e si accomodano mentre i mariti raggiungono la piazza per trovare compagnia.

Un’abitudine a cui non diamo più importanza, per un motivo o per l’altro, ma che gli stranieri in vacanza nel Salento non possono fare a meno di notare. E tra gli scatti di questa o quella località visitate, di questo o quel particolare che ha catturato la loro attenzione finisce sempre il ‘cerchio magico’ delle signore sedute al fresvco. C’è chi lascia aperta la porta per dare, di tanto in tanto, uno sguardo al televisore, giusto per compagnia…ma ad illuminare i loro volti non è la luce dello schermo, ma della voglia gli stare insieme, ritagliandosi un momento della giornata dove il silenzio non è contemplato.

Si parla, si parla sempre, fino a quando non arriva il momento di “tornare” a casa. Ed eccolo il rituale al contrario, sedia in mano, un ultimo saluto, la buonanotte e la promessa di rivedersi il giorno dopo, sapendo che tutte, ma proprio tutte saranno di nuovo lì, senza darsi appuntamento con un messaggio.

 

immagine tratta dai social



In questo articolo: