Consigli utili per una gita nel mediterraneo

Di angoli meravigliosi nel Mediterraneo ce n’è a bizzeffe e non basterebbe forse un intero internet provider per raccontare soltanto quelli presenti in Italia.

Mediterraneo, culla delle civiltà, della storia e della natura: dove caschi caschi benissimo, tra panorami incantevoli, città e borghi ricchi di arte e, non da ultimo, una cucina che unisce diversità ad assoluta qualità. Un posto ideale per vivere? Quasi sicuramente, ma ancora di più un posto ideale per una gita. In questo articolo vogliamo proprio darvi alcuni consigli utili per una gita nel Mediterraneo, cercando di essere anche un po’ originali o comunque staccarci dalle soluzioni più gettonate. Parleremo per esempio della possibilità di rivolgersi a un noleggio barche a motore con Click&Boat per organizzare una breve escursione in alcune delle zone marine più suggestive, per visitarle arrivandoci via acqua e vivere così un’esperienza unica. Insomma, continuate a leggere: chissà che non troviate lo spunto giusto per la vostra prossima gita nel Mediterraneo: a volte non è necessario cercare mete esotiche, quando c’è così tanta bellezza a portata di mano!

Spiagge, cale nascoste, grotte: arrivarci via mare è tutta un’altra cosa

Di angoli meravigliosi nel Mediterraneo ce n’è a bizzeffe e non basterebbe forse un intero internet provider per raccontare soltanto quelli presenti in Italia. Consapevoli di non poter che essere limitati nei nostri suggerimenti ce la caviamo proponendovi un’esperienza, oltre che una gita indimenticabile. Pensate a un noleggio yacht per un’escursione giornaliera da uno dei luoghi di villeggiatura lungo le nostre coste: vi regalerà l’impagabile emozione del mare, con i suoi suoni, i suoi profumi, gli avvistamenti dei branchi di pesci e le sensazioni emotive di un vero lupo di mare. E poi, ovviamente, la possibilità di attraccare in calette nascoste, in spiagge incontaminate o in meraviglie della natura quali le grotte dell’Arcipelago di Leuca, nel Salento, o gli isolotti di quello della Maddalena, in Gallura. Per non parlare di moltissime altre possibilità: l’Elba e le isole del Giglio, la costiera Amalfitana, Versilia, la Sardegna sudoccidentale, la Sicilia, dalla foce del Belice alla costa orientale e poi su ben più a nord il Levante e Ponente liguri o, dall’altra parte, la laguna veneta e le coste dell’Istria e della Dalmazia (ok, abbiamo “sforato” in Slovenia e Croazia, ma non stiamo tanto a sottilizzare, su!).

Mediterraneo vuol dire storia… E cibo!

Una gita nel mediterraneo però vuol dire almeno altre due cose: storia (e quindi arte, cultura, tradizioni) e cibo. Anche in questo caso, essere esaustivi è impossibile. Un’idea per gite non solo di mare potrebbe essere quella di scegliere una zona litoranea non distante dalle città (ci vengono in mente ancora la costiera Amalfitana, oppure le spiagge palermitane di Mondello e Sferracavallo), in modo da unire il relax e il piacere di spiagge e mare da bandiera blu con la possibilità di conoscere la ricchezza artistico culturale dei capoluoghi. Dalla normanna Palermo alla barocca Catania, e poi l’altrettanto barocca Lecce, il cosmo cittadino di Napoli e, salendo lo stivale, l’umanità indimenticabile di Livorno e i carrubi di Genova o, dall’altra parte, la favola di Venezia… l’Italia è unica nel suo genere per panorami mozzafiato e atmosfera indescrivibile!
E poi il cibo. Lasciarsi guidare dalla gola ci potrebbe far pensare a un tour gastronomico dell’Italia, combinando, anche in questo caso, natura (zone di mare più abitate come la costa toscana o più incontaminate come quelle sarde), storia e gastronomia, per un mix davvero incomparabile!



In questo articolo: