“Anniversario 130”, la primizia d’eccellenza di Castel di Salve che genera emozioni di tempi lontani

Si tratta di un prodotto d’eccellenza, immesso sul mercato dall’azienda di Depressa con un numero limitato di bottiglie, solo 480, che ricorda i prodotti realizzati oltre un secolo fa.

Un vino molto speciale, da aprire e, possibilmente, degustare e scaraffare almeno due ore prima.

Si chiama “Anniversario 130”, la nuova primizia di Castel di Salve. Un prodotto d’eccellenza, immesso sul mercato dall’azienda di Depressa con un numero limitato di bottiglie, solo 480,

L’idea di produrre un vino ancora più potente, ancora più minerale, ancora più balsamico e iodato è venuta al titolare della cantina Francesco Winspeare che, frugando tra i documenti dell’antica amministrazione, ha ritrovato diverse etichette dorate, con al centro lo stemma di famiglia e ai bordi in colore rosso i cinque riconoscimenti più importanti ricevuti dai vini dell’azienda all’epoca.

Francesco-winspeare-castel-di-salve
Francesco Winspeare

Così, dopo un colloquio con l’enologo Adrea, insieme hanno deciso, nel 2012, di creare un vino che ricordasse i prodotti realizzati oltre un secolo fa.

Dall’idea alla realizzazione il tempo è stato breve. Così si è deciso di mettere da parte un primitivo selezionatissimo in due botti da 225 litri, realizzate con legno francese proveniente dalla Foresta di Allier per dare vita a un primitivo di vecchie vigne, curate e cresciute nel Capo di Leuca. Un vero primitivo che sarebbe dovuto diventare il tributo all’antico riconoscimento, datato 1 novembre 1888, anno in cui Castel di Salve ha ricevuto il “1° Diploma d’Onore Vini Rossi da Tavola Superiori”, conseguito a Londra durante l’esposizione italiana.

Oggi, a distanza di 130 anni in numero limitato, ripetiamo, il prodotto è stato presentato sul mercato, impreziosito dall’etichetta originale di 115 anni fa, con allegato una copia dell’invito all’Esposizione Italiana della capitale britannica del 12 maggio 1888 e una ristampa della pergamena che attesta il “1° Diploma d’Onore”.

Un vino unico che conferma una lunga carriera di qualità nella produzione e commercio dei vini dell’azienda del Capo di Leuca. Un vino che genera emozioni di un tempo oramai lontano.


In questo articolo: