Puglia regina anche delle vacanze ‘mordi e fuggi’. Il Salento tra le mete più gettonate

Secondo i dati raccolti da Weekendesk.it, la Puglia fa segnare il maggiore incremento di prenotazioni per mini-vacanze nei mesi estivi, con un sorprendente +67% rispetto al 2018.

veduta-otranto

Anche questa volta i numeri premiano la Puglia che, da anni, ha conquistato lo scettro di regina dell’estate, grazie al sensibile aumento di turisti, italiani e stranieri, che scelgono di trascorrere le vacanze nel tacco dello Stivale. Un primato che non intende cedere, forte del mix di ‘ingredienti’ che offre agli ‘stranieri’, dal mare da cartolina agli eventi, senza dimenticare il buon cibo e le spiagge che nulla hanno da invidiare ad altre località. Secondo i dati raccolti da Weekendesk.it, la regione vince anche nelle villeggiature “mordi e fuggi”. Nel 2019, infatti, è atteso un vero e proprio boom nelle mini-holiday o nei weekend.

Insomma, con un incremento del 67% rispetto alle prenotazioni del 2018, la Puglia cresce anche sul fronte delle vacanze di pochi giorni, grazie alla grande varietà di strutture ricettive, tra cui anche suggestivi trulli ed eleganti masserie che permettono di vivere a stretto contatto con la natura, immersi nel bellissimo panorama della campagna pugliese.

Lo evidenzia, come detto, l’indagine condotta dal portale leader nei soggiorni tematici svolto su un campione di 630 turisti che hanno già prenotato un pacchetto per la bella stagione.

Il Salento tra le mete più richieste

Uno sguardo più approfondito permette di tracciare anche una mappa delle mete più richieste per il pernottamento. È, ancora una volta, il Salento a dominare la Top10 con tre località: Otranto che conquista il primo posto, seguito dalla zona di Acaya e Tricase.

La classifica prosegue poi con Conversano, Porto Cesareo, Noicattaro, Lecce, Santa Maria di Leuca, Torresanta Sabina e Manfredonia, a dimostrazione di come la possibilità di un alloggio suggestivo e immerso nel verde, con SPA o area benessere possa in alcuni casi portare a preferire una sistemazione qualche chilometro dalla costa.

I principali visitatori che prenotano una mini-vacanza in Puglia provengono da Roma, Milano, Bologna, Napoli e Firenze. Essendo ‘vicini’ non si preoccupano di affrontare un lungo viaggio tant’è che decidono di restare in media per quattro notti, in modo da non dover ripartire a breve distanza dall’arrivo.

Per quanto riguarda il budget, includendo l’alloggio, la colazione e un’attività, la spesa si attesta in media sui 400 euro per due persone, tenendo naturalmente escluso il trasporto, il cui costo può variare notevolmente in base al mezzo scelto e alla distanza.

Per fare un esempio di un soggiorno in un alloggio nella campagna salentina a 15/20 minuti di auto dal mare, è possibile pernottare in un’autentica masseria circondata dagli ulivi a Caprarica di Lecce per quattro notti spendendo a Giugno in due persone 256 euro, incluso cocktail di benvenuto.



In questo articolo: