Fiera di Miggiano, il mondo in vetrina nel sud Salento. Tutte le novità dell’edizione 2021

Ritorna anche quest’anno la storica fiera di Miggiano dedicata all’industria, all’artigianato, all’agricoltura e al turismo del Salento. Ecco come sarà organizzata l’edizione 2021

Molti pensano erroneamente che passata l’estate sul Salento cali il sipario. Addio appuntamenti sotto le stelle, feste patronali, sagre paesane e concerti a cielo aperto che animano strade e piazze e incantano i turisti che si lasciano catturare dai sapori, dai profumi, dai colori, dalla tradizione, dalla storia e dalla personalità di questi luoghi unici e magici. Non è così. Questa terra cambia semplicemente ‘abito’ per adattarlo alla stagione. In autunno, il vestito migliore da indossare è fatto di stand, espositori, fiere che diventano delle vere e proprie vetrine. Appuntamenti che, anno dopo anno, edizione dopo edizione, hanno superato i confini locali, diventando un punto di riferimento per il Mezzogiorno e l’Italia intera.

L’esempio più riuscito è senza dubbio la Fiera di Miggiano che aprirà le sue porte per accogliere centinaia, anzi migliaia di visitatori, da giovedì 14 ottobre a domenica 17 ottobre. Quattro giorni attesi dalla comunità locale, ma anche per chi, da ogni parte della regione, punta alla ripresa e allo sviluppo e vive la ricorrenza come un’opportunità imperdibile.

Anche nel 2021, il comune con poco più di 3mila anime situato nel basso Salento si prepara ad ospitare la «Fera de Miscianu ci boi», come è conosciuta dalla gente del posto perché, passeggiando tra gli espositori, si può trovare qualunque cosa, prodotti di tutti i settori merceologici.

È proprio questo, infatti, il segreto del successo della storica fiera dedicata all’industria, artigianato, agricoltura e turismo del Salento: la capacità di rendere una manifestazione “tradizionale”, un evento innovativo, in grado di favorire la crescita economica, attraverso la valorizzazione delle creazioni artigianali, la promozione dell’innovazione tecnologica, la cultura dell’impresa da trasmettere alle nuove generazioni, l’incentivazione del turismo locale e delle collaborazioni con i partners nazionali ed esteri.

Expo 2000 torna in sicurezza: il programma

La manifestazione, promossa dal Comune di Miggiano, avrà un’altra parola d’ordine: sicurezza. Si potrà entrare solo se muniti di mascherina e con il green pass. La fierà sarà così organizzata: il quartiere permanente ospiterà il settore arredamento e complementi di arredo. La tensostruttura accoglierà il settore commerciale e turismo. Le 80 pagode offriranno svariati prodotti e gli spazi liberi saranno occupati da concessionarie auto, termocamini ed energie alternative. Ci sarà l’imbarazzo della scelta in 30mila mq di esposizione.

Nel cuore del circuito, in piazza Giovanni Paolo II, ci sarà un parco giostre per i più giovani. La maestosa e sbalorditiva ruota panoramica consentirà di godere dall’alto la grande manifestazione.

Come ogni anno, non mancherà l’Esercito Italiano che promuoverà ai giovani interessati le proprie attività.

Il lavoro al centro

La campagna promozionale dell’edizione di quest’anno poggia la sua veste grafica sulla ruota dentata d’acciaio, il simbolo presente sull’emblema della Repubblica che riporta al lavoro e dunque al primo articolo della Carta Costituzionale: “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”. Expo 2000 quest’anno ha deciso di tornare, con tutta la sua forza, per dare risalto e priorità al lavoro. La Fiera regionale di Miggiano è occasione da sempre di grandi vantaggi, e ancora di più lo è, dopo il lungo periodo di incertezze vissuto. Ecco perché gli espositori, vecchi e nuovi, hanno atteso con fiducia questo momento, per tutti ricolmo di grande opportunità.

Fieri di avervi in Fiera

Soddisfatto e fiero il sindaco, Michele Sperti: “La nostra fiera non è un evento la cui realizzazione è soggetta alla valutazione di opportunità. Expo 2000 ormai da anni appartiene agli imprenditori, agli artigiani, ai commercianti, ai produttori del Salento, a questa terra e all’idea di futuro, ricco e di coesione, che tutti auspichiamo. Ecco perché la nostra fiera regionale, anche quest’anno e, confidando nel futuro, avrà sempre e comunque luogo, pur nel rispetto delle normative e dei protocolli vigenti.”

Anche Maria Antonietta Mancarella, assessore agli eventi fieristici del Comune di Miggiano è orgogliosa dell’edizione conquistata quest’anno e dichiara: “la nostra fiera si avvia a tornare in tutto il suo splendore, per questo raccomandiamo vivamente i visitatori di raggiungerci anche e soprattutto nelle fasce mattutine così da evitare un’alta concentrazione la sera.” Ed aggiunge: “Abbiamo rimodulato l’allestimento interno al fine di garantire maggiori spazi e passerelle più ampie volendo evitare così la solita ressa.”

Inaugurazione

La tanto attesa inaugurazione che aprirà simbolicamente le porte del quartiere fieristico di Miggiano è prevista per giovedì 14 ottobre, alle ore 19.00 presso il Palazzo Municipale.

Madrina dell’edizione 2021 sarà il Presidente del Consiglio Regionale Avv. Loredana Capone

Saranno presenti: il Presidente della Provincia Stefano Minerva, parlamentari nazionali ed europei, consiglieri regionali e provinciali, numerosi sindaci. A seguire, “Premio Miggiano”, storico tributo che viene riconosciuto dall’Amministrazione Comunale a personalità che si sono distinte per particolari meriti.

Orari Expo 2000 – Industria Agricoltura Artigianato e Turismo del Salento

Come detto la Fiera sarà aperta da giovedì 14 Ottobre a domenica 17 ottobre, il mattino dalle 9.00 alle 13.00, la sera dalle 16,00 alle 23.00



In questo articolo: