La storia di Otranto salta in bocca al turista – Otranto che Spettacolo

Ieri secondo appuntamento con la rassegna ‘Otranto, che spettacolo’. Di scena lo Show Cooking delle sentinelle del gusto. Illustrate le origini e la trasformazione di alcuni piatti tradizionali.

L’assedio di Otranto, il fascino della storia e l’influenza della dominazione turca nella cultura gastronomica salentina, sono stati i temi che hanno caratterizzato la prima serata di Show-Cooking intitolata ‘Le sentinelle del Gusto’ nell’ambito della rassegna ‘Otranto che Spettacolo’, di scena nei fossati del castello della città idruntina.

Il giornalista e studioso di storia patria, Elio Paiano, esperto di cucina ha illustrato le origini e la trasformazione di alcuni piatti tradizionali che sono stati degustati dalle decine di turisti e famiglie che hanno risposto all’invito.

Un modo per riaffermare la preminenza culturale della cucina pugliese e la rilevanza storica degli spazi che l’hanno vista attestarsi.

Protagonisti assoluti le orecchiette, la pasta fatta in casa, le verdure, gli ortaggi, il vino rosato.

Tutto cucinato sul momento e servito caldo con la narrazione della tragedia dei Martiri del 1480 e tanti retroscena sconosciuti sulla liberazione di Otranto a partire dal 1481.

Il prossimo appuntamento con i maestri del gusto e la storia raccontata al cospetto della mura aragonesi, è previsto per giovedì 31 luglio.