La Puglia ti fa volare: vacanza in aereo e idrovolante

Sabato 27 giugno, dalle ore 10 alle 17, presso l’hotel Bellavista a Gallipoli, si terrà la presentazione del progetto per l’utilizzo di piccoli aeroporti, aviosuperfici e idrosuperfici come strumento di innovazione turistica.

L'obiettivo è sempre uno ma le iniziative per realizzarlo sono tante, tantissime. Di quale obiettivo parliamo? Semplice, di quello che vuole puntare a destagionalizzare i flussi turitici in Puglia e nel Salento e a diversificare l'offerta, con l'intento unico di riuscire a vivere di turismo almeno 10 mesi all'anno, evitando la stagionalita tipica del turismo balneare.

Ieri sera a Tricase Porto è stata presentata una guida che è un autentico vademecum per i turisti che vogliono scoprire il tacco d'Italia a bordo delle loro imbarcazioni, una guida 'A portata di mare', scritta da Marco Renna e pubblicata da Korema Associati, per lo sviluppo del turismo nautico.

Ma la destagionalizzazione non viene solo dalla nautica; per raggiungerla si punta anche sui cieli pugliesi…

Già, infatti, la Puglia si candida a diventare il polo d’attrazione su scala europea per il turismo aereo da diporto. Nel prossimo futuro, per raggiungere le pianure del Tavoliere, le coste frastagliate del Gargano o le spiagge del Salento sarà possibile utilizzare piccoli aerei o idrovolanti, che troveranno ospitalità presso aviosuperfici e idroscali disseminati su tutta la regione.

E’ questo il progetto che sarà presentato durante il Convegno nazionale “Idroclub e Avioresort di Puglia”, organizzato dall’Aviazione Marittima Italiana in collaborazione con Puglia Promozione. L’evento, che si svolgerà sabato 27 giugno (ore 10-17) a Gallipoli presso l’hotel Club Bellavista del gruppo Caroli Hotels, vedrà la presentazione del progetto per l’utilizzo di piccoli aeroporti, aviosuperfici e idrosuperfici quale strumento innovativo di promozione turistica, anche in ambito internazionale. Nell’occasione sarà presentata la prima cartoguida “La Puglia in volo”, che fornirà l’elenco di tutte gli scali avioturistici (presenti o futuri) nella regione, con i relativi servizi di ospitalità. Tra le altre novità, saranno illustrati i progetti per l’impiego delle aviosuperfici come base per piccoli velivoli antincendio e per la realizzazione di una rete integrata di trasporto in idrovolante tra Puglia, Grecia e Albania.
 
La Puglia può vantare oggi la presenza di ben 18 piste private e aviosuperfici, che pongono la regione ai primissimi posti in Italia per la diffusione di strutture per avioturismo”, ha sottolineato Orazio Frigino, presidente dell’Aviazione Marittima Italiana e organizzatore del Convegno a Gallipoli. “Il nostro scopo è di promuovere un nuovo modo di fare turismo, utilizzando piccoli aerei o idrovolanti che potranno raggiungere la Puglia da tutta Italia e anche dall’Europa grazie ad una rete di aviosuperfici e, in futuro, anche di idroscali. Si tratta di una grande opportunità di sviluppo turistico, che potrà rendere la Puglia anche un trampolino ideale per il turismo verso i Paesi Balcanici, come l’Albania e il Montenegro, e anche Cipro, la Turchia e la Tunisia. L’avvio del progetto ‘Idroclub e Avioresort di Puglia’, tra l’altro, cade proprio nel centenario dell’Idroscalo di Taranto, uno dei luoghi simbolo della lunga storia dell’aviazione pugliese e italiana”.

In programma, nell'ambito del convegno di presentazione dell'iniziativa, intorno alle ore 14, anche il sorvolo del lungomare di Gallipoli da parte di alcuni velivoli, tra cui un aereo antincendio AT-802 Fire Boss, un idrovolante Legend 540 e un elicottero Robinson R22. Domenica 28, i partecipanti al Convegno saranno poi invitati ad un percorso “educational” per la scoperta di alcune famose località salentine: Santa Caterina, Torre Costiera(Torre DELL’ALTO), Pizzo d’Aspide, Quattro Colonne, Santa Maria al Bagno, Porto Selvaggio, Porto Cesareo, Castello di Nardò e alcune aziende vitivinicole e olearie.

Di Irene TROISIO



In questo articolo: