Ciak si gira! Con Lù Mière CalicidiCinema arriva a Cannole il cinema di Vittorio Gasmann

Lù Mière CalicidiCinema fa tappa a Cannole con un omaggio a Vittorio Gassman: sarà proiettato il film-capolavoro “Il mattatore”, girato nel 1960 da Dino Risi. Appuntamento alle 18.30.

Dopo il grande riscontro ottenuto con i primi appuntamenti al Must, Museo Storico di Lecce, arriva a Cannole, oggi 20 aprile con inizio alle ore 18.30, la rassegna cinematografica LùMière Calicidicinema con un capolavoro d Vittorio Gassmann.

Contenitore d’eccezione, il suggestivo Museo Ubaldo Villani – Museo dell’Arte Olearia e della Civiltà Contadina, realizzato all’interno di un antico frantoio non ipogeo dell’800, nato da un’idea di Pro Loco Cerceto di Cannole.

LùMière brinda con Pro Loco Cerceto

Cannole, dunque, ospiterà oggi in prima serata, LùMière CalicidiCinema, la eno-rassegna cinematografica ideata e curata da Antonio Manzo, di professione guida turistica con la passione per la di valorizzazione dei luoghi più caratteristici del Salento attraverso iniziative come Lù Mière, in cui la magia del cinema d’autore si fonde perfettamente con gli odori e i sapori dei vini salentini.

Una rassegna imperdibile che abbina alle pellicole d’autore i vini migliori di questo territorio

La serata che vedrà protagonista un grande della cinematografia mondiale, Vittorio Gassmann, è stata organizzata da Antonio Manzo in collaborazione con Pro Loco Cerceto di Cannole.

A Cannole perché la Storia si respira ovunque, tra le vie del centro storico, passeggiando sulle orme dei Templari, seguendo la via Francigena ed infine nel Museo dell’Arte Olearia e della Civiltà Contadina. Realizzato in uno dei pochi frantoi non ipogei che ancora persistono nel Salento, il museo diventa contenitore privilegiato per mostre, convegni, dibattiti e incontri, presentazioni e degustazioni e oggi ospiterà il primo appuntamento di LùMière a Cannole.

La costruzione che ospita il museo, risale ai primi del’800 e accoglie gli attrezzi della civiltà contadina che attestano un passato pressoché dimenticato. Un percorso che racconta del lavoro nei campi e della vita nelle case dei nostri antenati.

Fiore all’occhiello del Museo Villani è senza dubbio la sezione dedicata all’arte olearia. Presse meccaniche, mulino a pietra, vasche in pietra leccese per la conservazione dell’olio, consentono di conoscere meglio un’attività legata fortemente alla nostra cultura.

In programma a Cannole “Il mattatore”

L’appuntamento di oggi intende rendere omaggio a Vittorio Gassman con la proiezione del film “Il mattatore”, girato nel 1960 da Dino Risi, uno dei registri più stimati tra quelli italiani. Gassman veste il ruolo di Gerardo, guitto che cerca di sfondare senza successo nel mondo della recitazione. Coinvolto suo malgrado in una truffa, si ritroverà a cambiare vita scegliendo quella della illegalità e neanche il matrimonio riuscirà a riportare l’uomo sulla retta via.

Il film è una sequenza di episodi truffaldini legati, oltre che dai personaggi, dalla voce fuori campo del protagonista che li introduce e li commenta. La pellicola è anche ricordata per le musiche di Pippo Barzizza e per essere la prima produzione di successo di Mario Cecchi Gori, mentre tra i suoi sceneggiatori figura Ettore Scola.

Ad accogliere i partecipanti alla serata, la degustazione del vino Albarossa Salento IGP Rosato Negroamaro dell’azienda Palamà di Cutrofiano, partner dell’iniziativa.

Per info e prenotazioni:
tel. 320.2185491 Mail: calicidicinema@gmail.com


In questo articolo: