Pronta l’area sosta per camper al Parco di Rauccio. A breve sarà fruibile

La struttura è stata presentata dall’Assessore e Presidente del Parco, Andrea Guido, alla presenza, anche dei ragazzi del campo estivo della Parrocchia di San Pio. Per il pieno utilizzo bisognerà aspettare il regolamento in corso di discussione.

“La realizzazione di un’area sosta per camper di proprietà pubblica all’interno del Parco, precisamente in area Pre-Parco, attrezzata e gestita secondo il criterio della sostenibilità ambientale rappresenta un’ottima opportunità dell’Amministrazione per contribuire alla promozione del Parco stesso e, soprattutto, alla valorizzazione del contesto territoriale delle marine di Torre Chianca, Spiaggia Bella e Torre Rinalda, in cui il Parco ricade e che oggi risulta ancora escluso dai forti flussi turistici”.

Non nasconde un la propria soddisfazione, l’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, che parla anche nelle vesti di Presidente del Parco di Rauccio per la presentazione dell’Area Sosta Caravan e Camper di proprietà comunale presso l’Area Pre-Parco del Bosco di Rauccio.

Alla manifestazione, oltre a Guido, erano presenti anche i ragazzi del campo estivo della Parrocchia di San Pio e i tecnici della ditta Salento Caravan di Lequile.

Per la piena fruizione, però, sarà necessario aspettare ancora, si spera poco, tempo. Il nuovo servizio sarà disponibile non appena verrà emanato il regolamento in corso di approvazione proprio in questi giorni.

Il progetto, redatto dai tecnici dell’Ufficio Ambiente, ha permesso al Comune di vincere il bando relativo all’iniziativa “I Comuni del Turismo all’aria aperta” promosso dall’Associazione Produttori Caravan e Camper in collaborazione con Anfia, Anci, Federparchi-Europarc Italia, Federterme e Fee Italia.

22mila euro in totale l’importo per dare vita alla struttura di cui 20mila finanziati dall’APC e i rimanenti 2.000 dall’Amministrazione Comunale.

“Con la Presidenza del Parco di Rauccio – ha concluso Guido – ho preso un impegno importante per lo sviluppo del nostro territorio, per conservare la natura, promuovere la bellezza, la green-economy e, soprattutto, ogni forma di turismo sostenibile ed eco-compatibile. Mi concentrerò nel gettare le basi per garantire ogni servizio possibile su tutta l’area parco per passare in futuro alla predisposizione e alla realizzazione di un adeguato ed efficace piano strategico di sviluppo e di marketing territoriale”.

Riuscire a coniugare, l’aspettativa di viaggio del turista “en plein air” con la naturale vocazione di offerta turistica sostenibile, etica e responsabile di un’area protetta come quella di Rauccio, sarà questo lo scopo dell’area sosta.



In questo articolo: