A Santa Maria di Leuca uno dei fari più belli

Acceso per la prima volta nel 1866, il faro possiedere un’importante struttura a forma ottagonale realizzata in pietra di tufo che lo rende uno dei fari più belli del Bel Paese.

È Santa Maria di Leuca, un luogo già di per se estremamente affascinante per essere l’ultimo paese del tacco d’Italia, ad accogliere uno dei fari più belli d’Italia che si trova sulla sommità di punta Meliso, nei pressi della grande piazza antistante il Saltuario dedicato alla Madonna.

Il faro fu acceso per la prima volta nel lontano 1866 e possiede un’importante struttura a forma ottagonale realizzata in pietra di tufo conchifero che lo rende tra i fari più belli e suggestivi del Bel Paese.

Dotato di una lanterna, con un diametro di 3 metri e formata da 16 lenti, proietta fasci di luce bianca visibile sino a 50 chilometri dalla costa, a cui si alternano fasci di luce rossa che segnalano ai naviganti le pericolose secche del mare di Ugento e all’interno della struttura ci sono 4 alloggi, 3 dei quali sono utilizzati dai fanalisti a camera di ispezione e sala radiofaro, che fornisce anche servizio internazionale.

La suggestiva scala a chiocciola, composta da 254 gradini, si snoda all’interno della struttura e permette di salire e raggiungere un’altezza di 102 metri dal livello del mare dove lo sguardo non conosce confini, se non quelli di una natura dalla bellezza disarmante, permettendo alla mente di viaggiare verso l’infinito.

La visita al faro è sicuramente un momento di grande suggestione e si è fortunati si riescono a scorgere le coste della Grecia e dell’Albania, una vista mozzafiato che lo rende tra le attrattive più spettacolari del sud Italia. Il grande faro di Leuca, infatti, simbolo di notevole importanza architettonica e nautica, è secondo in Europa solo al faro del porto di Genova e regala momenti magici se pensiamo che, proprio a ridosso di punta Meliso dove il faro si erge, possiamo assistere al confine bel visibile dei due mari che si incontrano, uno spettacolo che non necessita di ausili ottici.

D’altronde la nostra bella, bellissima regione ci ha sempre abituati a scenari magici e a panorami che fanno letteralmente trattenere il fiato per bellezza e incanto e non possiamo che ammettere quanto la Puglia, proclamata per ben due volte la regione più bella del mondo, possa pregiarsi di questo primato che, di fatto, merita tutto.



In questo articolo: