“Vacanze in Salento” fa il pieno di click su Google, tutti in Puglia già per il ponte di Pasqua

I dati di Marketing01, Agenzia Google Premier, mostrano che il Salento è tra le mete più cercate sul motore di ricerca. Un trend che va avanti da qualche anno e che sembra destinato a durare.

veduta-otranto

Il Salento scala le classifiche delle mete più cliccate per le vacanze. L’interesse turistico per il tacco dello stivale era cosa già nota, ma le conferme del successo non bastano mai. E questa volta il turismo è interpretato tutto al digitale, in linea con i tempi. La conferma arriva da Marketing01, Agenzia Google Premier, specializzata nell’analisi della reputazione online.

Solo qualche giorno fa, gli aeroporti pugliesi erano risultati tra i 25 più cliccati sul web per le vacanze di Pasqua, preannunciando un altro successo per l’estate 2019. Ora, sembra essere “vacanze in Salento” tra le stringhe più digitate sulla barra di ricerca di Google, anche in questo caso confermando le ferie pasquali al completo per gli albergatori salentini.

Un risultato importante su cui riflettere: se fino a qualche tempo fa la Puglia e il Salento erano sinonimo di sole e mare, questi dati lasciano intravedere una destagionalizzazione degli arrivi. Fino a 5 anni fa, in base ai dati raccolti da Marketing01, le mete più cercate erano la Toscana e l’Emilia Romagna, considerate le tappe principali del turismo, soprattutto quello enogastronomico.

Deve essere stata la tripletta enogastronomia salentino, digitalizzazione delle prenotazioni e politiche lungimiranti a stabilire questo nuovo trend, che ormai da qualche anno persiste e sembra destinato a ripetersi anche per questo 2019, portando i turisti a visitare l’arte barocca e il mare cristallino. L’aumento complessivo degli arrivi è stato dl 17%, un dato significativo, che mette in luce anche come gli stranieri siano sempre più interessati al nostro territorio.

“Le variabili in questi casi sono molteplici, ognuna con un proprio peso – ha commentato Paolo Bomparola, uno dei massimi esperti italiani nel web marketing per il turismo e direttore di Marketing01- ma dobbiamo riconoscere che molto è dovuto alla maggior presenza sul web e all’attuazione di strategie comunicative online più mirate. Questo ha permesso di far conoscere aspetti meno noti legati al turismo salentino e di raggiungere turisti potenziali che fino a quel momento non erano stati considerati in target”.



In questo articolo: